Danovaro: «Mio nonno e mio padre si commuovevano vedendo la Sampdoria»

© foto sampdoria.it

L’atleta di arti marziali Luca Danovaro: «Sampdoria sinonimo di signorilità. Ricordo le partite da bambino con mio nonno e mio padre»

Luca Danovaro, atleta polivalente e icona delle arti marziali, ha fatto visita al centro sportivo di Bogliasco e ha rilasciato alcune dichiarazioni ai canali social della Sampdoria. Ecco le sue parole:

«La Sampdoria? Da bambino ricordo che prima andavo a Messa, poi a comprare le meringhe e poi a vedere la partita. Mi ricordo la commozione di mio nonno e di mio padre nel vedere queste maglie blucerchiate che riempivano di gioia la domenica. Ho sempre ammirato le persone che, nel calcio, avevano una condotta pulita. Ho trovato questo in Vialli, è anche molto ironico. Poi anche Mihajlovic, penso sia una persona da imitare in tutto. La Sampdoria è sinonimo di signorilità, al giorno d’oggi non è da tutti».