Defrel in crisi d’astinenza da gol: a Frosinone fece doppietta

defrel sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante francese non segna in campionato da quasi tre mesi: contro il Frosinone può ritrovare la via del gol

Il percorso di Gregoire Defrel alla Sampdoria finora si è rivelato tortuoso e ricco di insidie. L’ottimo avvio di stagione è stato oscurato da prestazioni incolori, aggravate dall’incertezza che aleggia sul suo futuro. Durante la sessione invernale di calciomercato, l’attaccante francese sembrava essere costantemente sul punto di lasciare Genova per concludere il campionato con un’altra maglia, nonostante il tecnico doriano Marco Giampaolo avesse espresso il proprio desiderio di mantenerlo in rosa. I prossimi mesi saranno dunque decisivi per valutare l’opzione di riscatto dalla Roma e sovvertire le gerarchie all’interno del reparto offensivo, che vanta calciatori del calibro di Fabio Quagliarella, Manolo Gabbiadini, Marco Sau e Gianluca Caprari, malgrado l’ex Pescara sia attualmente infortunato. Per farlo serviranno, ovviamente, i gol.

E qui si arriva al nocciolo della questione: Defrel non segna dal 4 dicembre scorso contro la Spal, ma si trattava del quarto turno eliminatorio di Coppa Italia. In Serie A, invece, la punta è a secco da quasi tre mesi. L’ultima soddisfazione, personalmente doppia ma coralmente nulla, arrivò all’“Olimpico” nel clamoroso 4-1 in favore della Roma. Da lì in poi, nove presenze (alcune per pochi scampoli di partita) e una mancata convocazione contro la Lazio. Un’involuzione che potrebbe terminare proprio domenica tra le mura del “Ferraris”, dove la Sampdoria attenderà il Frosinone. Lo stesso Frosinone che all’andata subì cinque gol complessivi, di cui due realizzati da Defrel. Fu peraltro la seconda doppietta consecutiva in campionato, dopo quella rifilata al Napoli alla quarta giornata. Il ballottaggio con Gabbiadini complica i piani del francese, che avrà comunque l’occasione di subentrare a gara in corso e offrire il suo contributo. Chissà se oltre ai tre punti arriverà anche un gol, che gli garantirebbe fiducia e consapevolezza nelle proprie qualità.

Articolo precedente
coreografia astori fiorentinaAnniversario Astori, Fiorentina in campo al posto della Samp?
Prossimo articolo
Quagliarella ruba la scena a Pintus: quanti applausi per il bomber – VIDEO