Defrel manda segnali: «Sarei contento di rimanere». E Ferrero scende negli spogliatoi

defrel sampdoria
© foto SampNews24

Defrel dopo Sampdoria-Juventus: «Stagione positiva, più alti che bassi. Futuro? Sarei contento di rimanere». E su Ferrero: «È sceso negli spogliatoi per ringraziarci»

SAMPDORIA-JUVENTUS: LE PAGELLE
SAMPDORIA-JUVENTUS: GLI HIGHLIGHTS

La Sampdoria batte la Juventus tra le mura casalinghe del “Ferraris” e chiude in bellezza il campionato, dandosi appuntamento a luglio. Gregoire Defrel, autore del primo gol, ha tirato le somme della stagione in mixed zone: «Sono abbastanza contento, ci sono stati più alti che bassi. Abbiamo finito bene, era importante vincere qui davanti ai nostri tifosi e contro una squadra così forte come la Juve». A chi chiede notizie sul suo futuro, in bilico tra Samp e Roma, il francese risponde così: «Non lo so neanche io, quindi non posso dirvi nulla (ride, ndr). Io mi sono trovato molto bene qua, era importante fare bene. Adesso vedremo, per ora non so che dire. Se rimarrò qui, sarò molto contento».

Anche il destino di Marco Giampaolo è incerto. Tutto si deciderà nell’incontro di lunedì con il presidente Massimo Ferrero: «Ha fatto molto bene quest’anno, peccato sia mancato ancora qualcosa, ma si capisce che è un grande allenatore, anche attraverso il gioco che esprime. Lui sta bene qua, non ha detto niente ma ha ringraziato tutti negli spogliatoi». Lo stesso Ferrero è sceso nella pancia del “Ferraris” per salutare la squadra: «Non ha detto chissà cosa, ha ringraziato tutti ed era contento per questa vittoria contro la Juventus».

Un nono posto, quello ottenuto dalla Sampdoria, piuttosto deludente dopo aver cullato per mesi sogni europei: «Cosa è mancato? Non lo so, penso che abbiamo fatto una buona stagione e ci abbiamo provato in tutti i modi. Abbiamo sbagliato solo 2-3 partite, ad esempio a Bologna, in cui potevamo fare molto meglio. Forse è giusto così, ma la Sampdoria ci riproverà sicuramente l’anno prossimo. Bilancio personale? Dopo la scorsa stagione, in cui non ho praticamente giocato, era importante per me ritrovare prestazioni e gol. Ho avuto un periodo di calo – conclude Defrel – ma alla fine sono contento».