Di Bello c’è poco: rabbia blucerchiata sui social

Di Bello Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Di Bello ci mette due minuti ad assegnare un rigore dubbio: la rabbia dei tifosi per la direzione di gara

Nessuno cerca giustificazioni, non davanti all’ennesima imbarcata subita in trasferta dalla Sampdoria. Il risultato di 3-1 è punitivo per la squadra blucerchiata che, tra le mura del “Mazza”, pecca di superficialità, poca concretezza e perde l’ultima gara di campionato. Alle mancanze della Sampdoria vanno sommate le discutibili decisioni arbitrali che hanno fatto sobbalzare sulla sedia i tifosi blucerchiati: nel mirino ci sono il rigore dubbio concesso dopo pochi minuti e l’espulsione esagerata di Caprari. La squadra allenata da Giampaolo, in dieci uomini da metà del primo tempo, non riesce a trovare la forza di ribaltare il risultato e rimedia nella ripresa altri due gol che chiudono di fatto la gara. Sui social i tifosi blucerchiati si scatenano contro il metro di giudizio arbitrale di Di Bello, reo di aver falsato la partita.

1. Arbitraggio sotto accusa

2. Arbitraggio sotto accusa

3. Arbitraggio sotto accusa

4. Arbitraggio sotto accusa

5. Arbitraggio sotto accusa

6. Arbitraggio sotto accusa

7. Arbitraggio sotto accusa

8. Arbitraggio sotto accusa

9. Arbitraggio sotto accusa

10. Arbitraggio sotto accusa

11. Arbitraggio sotto accusa

12. Arbitraggio sotto accusa

13. Arbitraggio sotto accusa

14. Arbitraggio sotto accusa

15. Arbitraggio sotto accusa

16. Arbitraggio sotto accusa

17. Arbitraggio sotto accusa

 

Articolo precedente
giampaolo sampdoriaSamp, quanto lavoro: i problemi sono due
Prossimo articolo
I tifosi non ci stanno: squadra sotto accusa