Difesa, centrocampo e attacco: i dubbi di Giampaolo per la Spal

giampaolo sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Giampaolo ha ancora tante incertezze di formazione per la partita contro la Spal: sono soprattutto tre i dubbi del tecnico blucerchiato

Domani pomeriggio la Sampdoria sarà attesa da un’importante prova di maturità contro la Spal. Dopo aver ritrovato i tre punti ed essersi messa nuovamente in cammino verso un posto valido per l’Europa, la squadra di Marco Giampaolo dovrà dimostrare di aver superato il periodo difficile di febbraio al “Paolo Mazza” provando a strappare i tre punti ai padroni di casa, impegnati nella lotta per non retrocedere. I dubbi di formazione del tecnico doriano, complici le squalifiche e gli infortuni, sono però ancora tanti. Il primo riguarda la difesa; se Omar Colley sembra certo della maglia da titolare a causa dei problemi fisici di Lorenzo Tonelli, le incertezze riguardano Nicola Murru: la soluzione più probabile consisterebbe nell’inserimento nella linea difensiva di Junior Tavares, ma non è escluso che il tecnico doriano opti per lo spostamento a sinistra di Jacopo Sala, fra i più positivi nella vittoria contro il Cagliari.

A centrocampo la squalifica di Albin Ekdal toglierà geometrie ed esperienza alla mediana blucerchiata: lo svedese sarà molto probabilmente rimpiazzato da Ronaldo Vieira, pronto a dimostrare al proprio allenatore di essere pronto a prendere le redini del centrocampo. Ai lati del classe ’98 inglese agiranno Dennis Praet e, molto probabilmente, Karol Linetty, di ritorno dopo la squalifica scontata domenica scorsa: il polacco garantisce più sostanza rispetto a Jakub Jankto, e le sue caratteristiche, soprattutto in trasferta, si adattano meglio al gioco di Giampaolo. Difficile che Gaston Ramirez recuperi sulla trequarti, per cui, anche questa volta, la scelta obbligata sarà Riccardo Saponara. Il dubbio in attacco, invece, è il solito: Gregoire Defrel o Manolo Gabbiadini? Probabile di nuovo che parta dall’inizio il francese, con l’ex Southampton pronto a subentrare a partita in corso per spaccare il match come fatto nelle precedenti apparizioni.