DiFra ha fretta: «Ci vuole un’ala. Spiace per Praet». E sulla cessione…

sampdoria di francesco
© foto www.imagephotoagency.it

Di Francesco dopo Spezia-Sampdoria: «Spiace per Praet, ora ci vuole un’ala al più presto. Sto ragionando su Bonazzoli». E sulla cessione: «Mi auguro si risolva la questione»

SPEZIA-SAMPDORIA: GLI HIGHLIGHTS
SPEZIA-SAMPDORIA: SINTESI E TABELLINO

La Sampdoria si aggiudica il IX Trofeo “Mattia & Ilaria” battendo lo Spezia con il risultato di 5-3. Autori delle reti blucerchiate sono stati Federico Bonazzoli, Gonzalo Maroni, Gaston Ramirez, Morten Thorsby e, finalmente, Fabio Quagliarella. Il tecnico Eusebio Di Francesco commenta in conferenza stampa la prestazione: «Al di là che si sia sbloccato Quagliarella, che mi ha fatto piacere, mi ha fatto altresì piacere che ci siano stati cinque marcatori stasera. Abbiamo attaccato con tanti uomini a fase alterne. Non mi è piaciuta molto la fase difensiva. Tante altre volte siamo usciti dalle pressioni loro. È ovvio che poi bisogna sbagliare il meno possibile. Oggi la qualità non è stata eccelsa ma è dettata dal fatto che la condizione fisica non è al top».

«Sto ragionando su Bonazzoli – continua Di Francesco -. Mi sta dando delle buone risposte, ma può fare ancora meglio. Stiamo cercando sul mercato un’ala il prima possibile. Praet vicino alla cessione? Questo non lo so. Penso sia più sì che no. Oggi non c’era e voi lo sapete perché. Spiace perché lo ritengo uno dei più forti centrocampisti. Le voci sulla cessione? Altra cosa che mi auguro che si possa risolvere e capire quello che può essere. Più che disturbato penso tanto al campo. Poi vado a vedere la rassegna stampa dove si parla poco di calcio ma tanto di attualità».

«Un bilancio sulle amichevoli? Sono stato costretto a fare esperimenti. Sto cercando di portare avanti il lavoro sul 4-3-3 e sono veramente contento per la disponibilità. Do un 10 ai ragazzi, perché ricercano quello che chiedo, e questo è fondamentale. La condizione fisica è da migliorare», ha concluso il tecnico.