Djuricic, una chance da Giampaolo: conferma in vista?

Sampdoria Djuricic
© foto Mattia Bronchelli

Contro il Benevento il tecnico blucerchiato Giampaolo ha schierato a sorpresa Djuricic: conferma in vista per il trequartista?

La Sampdoria, contro il Benevento, ha raccolto i primi tre punti della stagione. Una vittoria sofferta, quella ottenuta contro la gagliarda squadra di Baroni, che ha comunque confermato la tenacia di Torreira e compagni, bravi a non disunirsi dopo la rete di Ciciretti e a trovare i due gol del sorpasso grazie all’eterno Quagliarella. Le scelte del tecnico doriano Giampaolo, inoltre, hanno rimesso in discussione la situazione di alcuni giocatori della rosa blucerchiata: se l’esclusione di Alvarez è suonata come una bocciatura, la decisione di schierare Djuricic, per il quale la conferma in squadra sembrava un’utopia, è sembrata rimettere in discussione il suo status di partente. Naturalmente, va fatta anche una certa tara a quelle che sono state le decisioni del tecnico nella stessa partita per quanto riguarda Bonazzoli: il suo ingresso in campo non è legato a una esclusione dal mercato, bensì alla mancanza di reali alternative. In panchina, infatti, restava il giovanissimo Kownacki.

Allo stesso modo, ha sorpreso l’ingresso in campo di Djuricic, considerato poco dall’allenatore blucerchiato nelle amichevoli del precampionato. Il serbo è entrato verso il termine della gara, momento nel quale, con la sua freschezza e la sua rapidità, avrebbe potuto far male ai provati difensori giallorossi e chiudere magari la partita. Non è sembrato in grado di dare l’auspicata scossa al match, ma a questo punto non ci sarebbe da sorprendersi di una sua eventuale permanenza. La scelta di non utilizzare il tanto stimato Alvarez e le parole di Giampaolo in conferenza rendono proprio l’argentino il maggior indiziato a lasciare. Molto dipenderà anche dal dipanarsi delle trattative di mercato che la Sampdoria sta conducendo, ma al momento si può dire che, per Djuricic, la conferma in squadra sia diventata una possibilità più concreta.