Dodô rivede il campo: ma non la fascia

dodô
© foto Valentina Martini

Dodô ha finalmente smaltito l’infortunio al polso: nell’amichevole contro la Carrarese torna in campo, in un ruolo non suo

Dopo Ivan anche Dodô ha rivisto il campo, seppur in una partita non ufficiale. L’amichevole contro la Carrarese ha portato Giampaolo a rivisitare il suo undici di partenza e utilizzare, dal primo minuto, o in corsa, soluzioni inedite. Se per lo slovacco il ruolo di esterno destro è stata una novità, anche per il brasiliano prendere il posto di Silvestre nel secondo tempo si è rivelata un’innovazione notevole. L’esterno non è sceso in campo in qualità di terzino, bensì da difensore centrale. Una soluzione momentanea, non un’alternativa per il futuro. I titolari per quelle posizioni sono già presenti nella rosa di Giampaolo, ma oggi, con Andersen in nazionale e la volontà di far ruotare tutti gli elementi, Dodô ha dovuto adattarsi a un nuovo mestiere. Da rilevare però la positiva voglia di rimettersi in gioco dopo un lungo periodo di stop dovuto all’infortunio al polso. Una volta rientrato in forma, per quanto riguarda la tenuta del campo, si aprirà nuovamente la possibilità di tornare a essere un’alternativa a Strinic e Murru nelle gerarchie del tecnico della Sampdoria.