Éder: «Basta mercato, fermiamo il Napoli»

© foto www.imagephotoagency.it

La seconda gara del girone di ritorno andrà in scena domenica pomeriggio quando al Ferraris arriverà il Napoli capolista, affamato di punti e ferito nell’orgolio dall’eliminazione in Coppa Italia per mano di un’Inter spietata, che con soli due tiri in porta si è aggiudicata le semifinali. All’andata la Samp, contro un Napoli ancora in fase di sperimentazione, fu 2-2. Ai ragazzi allora di Zenga bastò un minuto per rimediare ai pasticci difensivi del primo tempo, quando Gonzalo Higuain, che quella sera siglò la prima delle 7 doppiette realizzate in stagione, banchettò con la retroguardia blucerchiata facendo quello che voleva. 

Trascinatore dei blucerchiati fu Éder Citadin Martins, che nel giro di pochissimo prima siglò il rigore del 2-1 guadagnato abilmente da Fernando e poi scherzò con la difesa partenopea mettendo a sedere prima Albiol, poi Koulibaly e infine Reina per il 2-2 finale. Ai microfoni di SampTV per parlare proprio della prossima sfida alla capolista è intervenuto proprio il numero 23 blucerchiato: «Domenica arriva il Napoli, in questi mesi sono cambiati tanto: si sono dimostrati una squadra molto forte, sono primi in classifica e sarà una sfida difficile. Dobbiamo riscattare la sconfitta di Carpi che ci brucia tanto, dovevamo uscire con un risultato diverso, ora vogliamo fare punti importanti, ci servono. Higuain? È il vero fenomeno del campionato, un attaccante completo, credo tra i primi 5 al mondo nel suo ruolo. Non sarà una sfida fra Éder e Higuain, daremo il meglio di noi, in casa l’abbiamo sempre fatto. Come si esce da questi momenti? Col lavoro, lasciando le questioni di mercato fuori. Noi pensiamo al campo».