ESCLUSIVA – Sampdoria-Bologna, Bergonzi: «Mancano un rigore e un’espulsione»

© foto Mg Roma 01/03/2014 - campionato di calcio serie A / Roma-Inter / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Mauro Bergonzi

Esclusiva SampNews24 – L’ex arbitro Bergonzi commenta gli episodi di Sampdoria-Bologna

L’ex arbitro, uno tra i migliori in Italia, Mauro Bergonzi è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Sampnews24.com per commentare Sampdoria-Bologna.

Riassumiamo, prima di entrare nel dettaglio, gli episodi controversi di Sampdoria-Bologna. Cosa è mancato?

«Mancano un rigore e un’espulsione a favore della Sampdoria e, se si segue il regolamento, bisognava annullare il rigore per il Bologna per un fallo precedentemente commesso».

Episodio Danilo-La Gumina. Il cazzotto in faccia non è stato sanzionato e Ranieri si è molto arrabbiato. Chi ha ragione?

«Ranieri ha ragione. Sull’episodio del pugno a La Gumina, il gioco è ripreso immediatamente. Non sono andati a rivedere nulla ai monitor. Saranno passati dieci secondi. C’è qualcosa che sfugge tra la versione della chiacchierata tra Ranieri e Doveri negli spogliatoi. Perché se fosse successo tutto quello che è emerso ci dovrebbe essere stato il fischio per il fallo di mano di Tonelli, ad esempio. Per quello che ho potuto vedere dell’azione, dato che hanno mandato un solo replay, c’è un fallo clamoroso di Danilo su La Gumina. Un fallo da espulsione e rigore. Meritava quantomeno di essere visualizzato al VAR. E se c’è stato un controllo dell’azione al VAR è stato molto superficiale. La cosa che spicca di più è il cazzotto di Danilo: se anche fosse stato a gioco fermo, la sanzione disciplinare ci doveva essere. Anche nell’ipotesi del fallo precedente o del fuorigioco, il cartellino rosso da regolamento doveva esserci».

Tonelli viene falciato da Medel, da lì riparte l’azione di contropiede da cui poi arriva il fallo di Murru e il conseguente rigore. Anche in questo caso c’è un errore?

«Nel caso del fallo di Medel, che travolge Tonelli e dà il via all’azione che porta al rigore causato da Murru, il protocollo prevede che venga rivista tutta la sequenza per escludere che ci siano stati dei falli, che annullerebbero tutto quello che è venuto dopo. Era un fallo netto e non poteva essere dato il calcio di rigore successivo. Questo a prescindere che il rigore per il fallo di Murru sia solare e corretto. La prova al VAR di Massa è stata un po’ troppo superficiale. Doveri è un buon arbitro, ieri si è trovato davanti due episodi che sul terreno di gioco possono sfuggire. Ma ora che abbiamo il VAR e si può tornare indietro e vedere tutto, non è accettabile. Ricordiamoci che Massa è un arbitro internazionale e che ci rappresenterà ai Mondiali, dovrà essere richiamato da Rizzoli a una maggiore attenzione davanti ai monitor. Come del resto dovrà essere richiamato Irrati per l’assurdo rigore dato al Genoa sul risultato di 2-1».