Connettiti con noi

News

Ex giocatori della Sampdoria che si sono dati al tennis

Pubblicato

su

Su tutti spicca Roberto Mancini

Non c’è verso, è più forte di loro: gli sportivi professionisti, anche quando decidono di andare per sempre in pensione,dopo pochi anni tornano a faticare e a far parlare di sé. Questo è il caso degli ex calciatori della Sampdoria che si sono dati al tennis con ottimi risultati. Non contenti delle tante vittorie ottenute in carriera, dopo aver appeso gli scarpini al chiodo hanno capito che la vita sedentaria non faceva per loro; ed eccoli qui con racchetta e pallina in mano a reinventarsi in una disciplina non loro in cui però eccellono. Non stiamo parlando ovviamente di doriani qualsiasi, quanto di campioni come Vialli e Mancini, che nel tempo libero calcano il terreno sintetico o quello in terra rossa per superare l’avversario di turno che osa sfidarli. Detto altrimenti, i gemelli del goal oggi sono diventati i gemelli del tennis; Vialli, da quel che abbiamo potuto vedere, in questi anni è diventato un professionista nel modo in cui sa occupare il campo, mentre Mancini…Mancini è un fuoriclasse del tennis, uno che non vuole perdere mai, nemmeno le sfide che disputa con gli amici. Quest’estate, per esempio, ha partecipato alla Savoia Cup, sfidando sia i big dello sport sia i big della televisione. I risultati ottenuti sono stati notevoli – andate su Internet e troverete più pagine dedicate alle prestazioni del nostro c.t. della Nazionale di calcio italiana.

Un dritto e un rovescio praticamente perfetti

Il più bravo tra tutti i calciatori della Samp oggi tennisti per diletto è sicuramente Roberto Mancini, dotato di un dritto e di un rovescio così precisi che se continua ad affinarli di questo passo potrebbe addirittura partecipare alle fasi finali dell’Australian Open 2022, entrato ormai nel vivo! Ovviamente stiamo scherzando, ma fino a un certo punto, perché il Mancio evidentemente con ogni sport ci sa fare eccome; vuoi perché quando si mette in testa di fare qualcosapensa solo alla vittoria, vuoi per il carattere forte che lo sprona a superarsi in continuazione.

Il “caso Lombardo”

Oltre a Vialli e Mancini, c’è anche Lombardo che ogni tanto prende in mano la racchetta, ma nel suo caso ciò che lo muove è la pura passione. In parole povere, poco gli interessa se perde oppure se vince; per lui l’importante è divertirsi. Un modo diverso di intendere questa disciplina, che siamo certi non convincerà del tutto il Mancio. Non abbiamo prove per sostenere questa tesi, ma ci ricordiamo della furia agonistica dell’ex fortissimo attaccante che di tacco (e non solo di tacco) regalava magie si tifosi, per cui…

Totti e Maldini

Loro non sono ex calciatori della Sampdoria, ma pur sempre calciatori famosi amanti del tennis. Ci riferiamo a Totti e a Maldini, bandiere di Roma e Milan, che condividono con l’attuale commissario tecnico della Nazionale italiana la voglia di vincere praticando il nobile sport con racchetta e pallina. E da quel che sappiamo sono anche bravini, forse perché dopo tanto duellare sul rettangolo verde è venuto per loro il momento di farlo nuovamente, ma in un contesto apparentemente diverso dal precedente.