Ferrara risponde a Ferrero: «Confine sottile tra genuinità e maleducazione»

ciro ferrara
© foto Mi Rieti (Ri) 11/10/2011 - qualificazione Europeo under 21 / Italia-Turchia / foto Marco Iorio/Image Sport nella foto: Ciro Ferrara

Ferrero nel post-partita di Sampdoria-Lazio: «Salutame a’ soreta». Ferrara risponde su Instagram: «Il confine tra genuinità e maleducazione è sottile»

Continua, seppur a distanza, la lite tra Ciro Ferrara e il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, iniziata domenica sera davanti alle telecamere di Mediaset Premium. Dopo la sconfitta contro la Lazio, per il numero uno blucerchiato è il momento delle interviste: «Quando c’è San Culino…», dice Ferrero, alludendo alla fortuna avuta dagli avversari di turno. Per Ferrara, invece, la rimonta subita dalla Samp in pochi minuti non è solo frutto della dea bendata, e tenta di spiegare al Viperetta la sua visione. Il dibattito, piuttosto acceso nei toni da parte del presidente, si conclude con un “Salutame a’ soreta” che l’opinionista campano ha voluto rendere noto al mondo social, pubblicando un video sul proprio profilo Instagram. Stizzito dalla questione, Ferrara non ha potuto fare a meno di annettere al post un messaggio per replicare: «Abbiamo accolto sia la simpatia che la ruspante genuinità come vento nuovo per il nostro calcio. E non cambio certo idea adesso. Ma a volte il confine tra genuinità e maleducazione è davvero sottile. E, comunque, con i Mantovani e i Garrone una come mia sorella non avrebbe mai avuto necessità di chiarirsi. Questione di stile».

Articolo precedente
sampdoria tifosi gradinata sud spettatoriSampdoria multata: i tifosi della Lazio indignati
Prossimo articolo
Sampdoria zapataZapata si blinda: «Futuro in Spagna? Ora sto bene alla Samp»
  • Marco

    In effetti ogni tanto Ferrero esagera. E comunque sulla questione rimonta aveva ragione Ferrara.
    Ferrero dovrebbe oltremodo ricordare che la sua inesperienza ha rischiato di farci retrocedere i primi 2 anni. Li si che è intervenuto san culino.
    Questo non toglie che sia diventato un ottimo presidente, che ha imparato a guidare una squadra di calcio e che senza dubbio porterà in alto la Sampdoria.
    E qui di nuovo la Samp ha avuto san culino dalla sua…