Ferrero benedice il Ferraris: «Sarò in mezzo al campo a baciarlo»

Ferrero Sampdoria
© foto Valentina Martini

Ferrero benedice il “Ferraris”: «Sarò in mezzo al campo a baciarlo, sperando che Dio ce la mandi buona»

Dopo un breve ritorno a Roma per sbrigare alcuni affari, Massimo Ferrero è tornato a Genova, dove è rimasto praticamente tutta la settimana fra contestazioni e minacce. Il presidente della Sampdoria, però, non ha desistito e oggi – meteo permettendo – sarà al “Ferraris” per assistere alla gara contro il Torino, in programma alle ore 15.

Raggiunto dai microfoni de Il Secolo XIX, il Viperetta ha reso noto il suo programma: «Dalle 12.30-13 sarò in mezzo al campo a baciarlo e sperare che Dio ce la mandi buona, perché contro il Torino dobbiamo vincere, ci serve per la classifica ma soprattutto per il morale. Mi dispiace per il mio amico Cairo, ma abbiamo troppo bisogno dei punti e non finirà come l’anno scorso (1-4 per i granata, ndr)».

Nonostante il clima ostile nei suoi confronti e l’allerta arancione che potrebbe costringere al rinvio della gara, Ferrero è ugualmente tornato a Genova per stare vicino alla squadra e non teme nulla: «Se fossi preoccupato non verrei a Genova, sono preoccupato che la squadra reagisca, questo sì. Ma anche fiducioso, perché parlo con Di Francesco e con i miei dirigenti e so che i valori non sono quelli espressi nei primi tre turni», ha assicurato il patron doriano.