Connettiti con noi

Hanno Detto

Ferrero: «Cessione Sampdoria? Fatemi conoscere gli acquirenti»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, ironizza sulle voci di possibili acquirenti pronti a rilevare il club doriano: le sue parole

Massimo Ferrero prova a spegnere le voci di acquirenti interessati alla Sampdoria. Il numero uno blucerchiato, ai taccuini de La Repubblica, sottolinea la sua disponibilità a incontrare potenziali compratori che, per il momento, non si sarebbero ancora palesati. Le sue dichiarazioni.

CATTIVERIA«Dopo otto anni di sacrifici, lavoro, passione, perché io oltreché un presidente mi considero un grande tifoso della Sampdoria, ma anche di attacchi personali, spesso calunniosi e critiche pesanti, che io ritengo ingiustificate, comincio a essere stanco. Non della società, di fare il presidente. Ma della cattiveria nei miei confronti».

CESSIONE«Acquirenti per la Sampdoria? Magari. Non ce ne sono. Fatemeli conoscere. Presentatemeli. Io ho fatto e continuo a fare il massimo. Ma se qualcuno è in grado di dare più luce di me alla Sampdoria si faccia avanti, sono pronto ad ascoltarlo. E, nel caso, a passare la mano. Naturalmente a condizioni eque. Dando il giusto valore alla società».

ARABI«Due giorni dopo l’ho raggiunto anche io, con la famiglia. È andato prima perché doveva rappresentarmi con la Lega in una riunione sulla vendita in quell’area dei diritti tv. Non ha incontrato nessun potenziale acquirente. E nessuna delegazione di Dubai è successivamente venuta in Italia per noi».

INVESTIMENTI«Non pensate solo al campo, avete visto Sampcity? Un grande investimento nel cuore della città. E non è finita qui, perché io questi colori voglio esportarli. Sogno altri negozi simili: a Milano, Roma, Londra. E il calcio femminile, quello a cinque, le strutture di Bogliasco. Asset, sostanza».

Advertisement

News

Advertisement