Ferrero controcorrente: «Valeri bravissimo». E il VAR…

ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Ferrero torna sul gol annullato a Saponara e sulle conseguenti polemiche: «Sembra di andare al cinema»

Non sono destinate a placarsi le polemiche relative alla conduzione arbitrale di Juventus-Sampdoria. Marco Giampaolo, nel post partita, ha dichiarato senza mezzi termini che il gol di Riccardo Saponara non sarebbe stato da annullare. Gli fa eco il presidente Massimo Ferrero che, pur sostenendo sempre gli arbitri e il loro difficile operato, continua a ritenere il gol del pareggio valido: «Il VAR non può essere il solo protagonista. Quando andiamo allo stadio sappiamo che c’è la possibilità di vedere due partite, una in campo e una televisiva: dobbiamo tornare a dare la fiducia principale agli arbitri. Tutti noi l’abbiamo voluta, è vero: all’occorrenza doveva essere un correttivo, un aiuto. Ma adesso c’è un problema: non si può pensare di interrompere la partita sei-sette volte anche per episodi minimali, l’arbitro principale in questo modo perde progressivamente l’autorità».

L’intervento del VAR non è stato per correggere un errore come vorrebbe il regolamento, ma per dare un’interpretazione sul tocco del difensore bianconero. Servono degli adeguamenti, come precisa Ferrero: «Quando abbiamo segnato il 2-2 il guardalinee si è diretto verso il centrocampo. Poi il VAR…» continua alla Gazzetta dello Sport. «Premetto che l’arbitro Valeri è bravissimo ma il discorso va oltre Juve-Samp: questo è calcio rielaborato. Secondo me, i nostri arbitri stanno vivendo una nevrosi da Var che sta diventando strumento di interpretazione non più di oggettività. Mi sembra di andare al cinema, anziché a vedere una partita di calcio. Serve adeguare il regolamento alle letture del VAR, bisogna chiarire se un arbitro è da campo o è da VAR. Bisogna adeguare alla tecnologia gli stadi e il posizionamento delle telecamere, perché anche l’angolo di ripresa fa la differenza. Arbitrare è uno dei mestieri più difficili al mondo, ma ho l’impressione che abbiamo perso la naturalezza dello sport».

Articolo precedente
VARVAR, gol annullato e rigori dubbi: facciamo chiarezza
Prossimo articolo
ferrero sampdoriaFerrero chiude al mercato: «Ma se ci fosse un’occasione…»