Ferrero: «Coppa Italia molto importante. Muriel e Torreira…»

ferrero calciomercato
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente Ferrero carica i suoi per domani sera: «Ce la veniamo a giocare alla pari». Poi smentisce: «La Roma non ci ha mai chiesto nè Muriel nè Torreira»

Una gara da dentro o fuori, quella che andrà in scena domani sera all’Olimpico. La Roma sta macinando punti a tutto andare ed è la seconda forza del campionato, ma il presidente Massimo Ferrero non teme i rivali e promette una sfida alla pari per la sua Sampdoria: «Se andiamo a Roma per vincere? Magari. Ce la veniamo a giocare alla pari: vinca il migliore. La Coppa Italia per me è molto importante, si chiama Italia e noi siamo italiani. Non sarebbe male per Ferrero vincere questa “coppetta”». Virando sul calciomercato, quando gli viene chiesto se Luis Muriel lascerà il club a gennaio, il numero uno blucerchiato risponde così: «Gli hai fatto il biglietto? La Roma non mi ha chiesto nessuno – chiarisce – nemmeno Torreira». Su Antonio Cassano, ormai fuori rosa da mesi, taglia corto: «Non ci ho mai litigato, lui si allena ed è felice». Ferrero conclude avanzando alcune proposte per rendere competizioni come la Coppa Italia più accattivanti per il pubblico: «Bisogna fare porte aperte allo stadio e togliere la tessera del tifoso. Bisogna togliere la violenza nel calcio. Sarebbe il minimo togliere le barriere. Il folklore è la cosa più bella degli stadi: lo sport è il sale della vita. Dobbiamo insegnare lo sport ai nostri figli. Ho chiesto il Flaminio per rimetterlo a posto – spiega a Rete Sport – ma non mi ha mai considerato nessuno. Se me lo danno pago anche l’affitto. È un sistema malato».