Ferrero spiazza tutti: «Schick può restare. Muriel e Fernandes già sostituiti»

ferrero sampdoria
© foto Valentina Martini

Sampdoria, il presidente Ferrero sul mercato: «Schick potremmo tenerlo, Colley e Vietto difficili»

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha fatto ritorno nella sua Roma quest’oggi, presenziando a un incontro con i giovani calciatori presso il Centro Sportivo “Giulio Onesti” del CONI. Inevitabili, al termini dell’evento, alcune domande della stampa presente sulle operazioni di calciomercato attualmente in corso, tra cui spicca ovviamente quella legata al futuro di Patrik Schick: «Sono nel calcio da poco, ma posso dire una cosa: per me è importante la salute del ragazzo, è importante che lui stia bene. E il ragazzo sta benissimo. Noi abbiamo finito il campionato a fine maggio – spiega il numero uno di Corte Lambruschini -, il ragazzo ha poi disputato gli Europei Under 21. La Juventus l’ha messo su un aereo, gli ha fatto fare gli adeguati accertamenti medici, lo ha ripreso, impacchettato e rimandato a giocare l’Europeo, dove due giorni dopo ha fatto anche gol. Quindi il ragazzo sta benissimo, perché se fosse stato male lo avrebbero detto. Se la Juventus ci ha ripensato? Questo non posso dirlo, però so che adesso il ragazzo è un giocatore della Sampdoria e sto pensando di tenerlo – rivela – perché non è andato via a quelle cifre importanti. L’Inter? Sì, è una possibilità. Io ho parlato molto chiaro. Non lo volete? Ridatemelo. Lo volete? Depositate il contratto».

Sui possibili arrivi di Colley in difesa e di Vietto in attacco, Ferrero rimane cauto: «Sono due giocatori importanti e ci stiamo lavorando, ma sarà molto difficile che arrivino. La Sampdoria ha una storia molto importante, da quando ci sono io stiamo rifacendo spogliatoi, campi e portiamo avanti il progetto “Next Generation”. Finora, però, sono stati comprati “i fantini” senza avere “i cavalli”: quando avremo le strutture adeguate, sarà molto più facile portare talenti importanti alla Sampdoria». Su mister Giampaolo, sempre belle parole: «E’ un professore del calcio e il primo talento della Samp, lavora sempre e l’ha dimostrato sul campo, facendo divertire e crescere i ragazzi. Se è contento del mercato? Penso che gli allenatori non saranno mai contenti, è come quando fai un film meraviglioso e dici “Beh, potevo far meglio”». Secondo il presidente blucerchiato, i vuoti lasciati da Luis Muriel e Bruno Fernandes sono già stati colmati: «Rimpiazzarli? L’abbiamo già fatto, un Caprari non è meno di un altro. Abbiamo preso Kownacki, che è un grande calciatore. Se vendiamo – conclude Ferrero – dobbiamo sempre migliorarci».

Articolo precedente
meré coloniaMeré ufficiale al Colonia: «Il mio obiettivo da sempre»
Prossimo articolo
dodô sampdoriaDodô, salta il ritorno in Brasile: ecco perché