Show in zona mista: Ferrero coinvolge Pradè e Osti

Sampdoria Pradè
© foto SampNews24

Genoa-Sampdoria, l’imprevedibile Massimo Ferrero coinvolge Pradè e Osti nell’intervista in zona mista. Le parole dei tre uomini chiave della Sampdoria

Massimo Ferrero è sempre imprevedibile, a maggior ragione quando la Sampdoria riesce a scrivere un’altra riga di storia nei suoi record. Tre derby consecutivi vinti, ma per il numero uno blucerchiato non è abbastanza. Infatti, ai microfoni della zona mista, puntualizza che il più bello è quello che deve ancora venire. Chiamati a sé i suoi due collaboratori, Osti e Pradè, il presidente commenta la gara e lascia spazio a riflessioni su dove può arrivare questa Sampdoria: «Il derby migliore è quello che deve ancora venire: il quarto. La Sampdoria non si ferma più? L’importante è rispettare il codice della squadra. I migliori? Pradè e Osti – chiama entrambi a partecipare all’intervista -, con loro giochiamo sempre: ogni volta diciamo “firmiamo per il pareggio” o “firmo per la vittoria”, io firmo sempre per vincere. L’Europa? Ho fatto un biglietto, domani vado a Madrid per cui ci vado uguale. In Europa ci va la squadra, non io».

Interviene Pradè per rispondere alla domanda sull’Europa: «Giochiamo partita dopo partita, come abbiamo giocato oggi. I sogni non possono reprimersi, per la squadra e per il pubblico. Ma noi non vogliamo fare proclami, non ci nascondiamo e non ci siamo mai nascosti per siamo forti. Noi vogliamo sempre vincere, il presidente vuole sempre vincere». Sulla squadra ben assemblata parla Osti: «La squadra ha trovato una sua quadratura tattica perché si vede il lavoro del suo allenatore. È una squadra ottima, con giocatori ottimi. Sappiamo che ci saranno periodi di difficoltà». «Non è vero – irrompe Ferrero -, lo dice per scaramanzia. Noi cercheremo sempre di essere all’altezza della nostra professionalità ma i record li hanno fatti altre persone. Noi vogliamo solo rispettare i colori più belli del mondo. Amuleti? Ieri siamo andati alla Madonna della Guardia».