Gabbiadini preoccupato per Bergamo: «Lì abitano i miei genitori»

gabbiadini sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Gabbiadini preoccupato per Bergamo: «Lì abitano i miei genitori, situazione pesante e pericolosa»

L’emergenza Coronavirus sta piegando l’Italia e il suo sistema sanitario, in particolare nel Nord. Tra le città più colpite, Bergamo, che vedere il numero dei decessi salire in continuazione. Manolo Gabbiadini, ex Atalanta e originario di Calcinate, nel bergamasco, è a dir poco allarmato per la situazione.

«I miei genitori abitano lì. Sono preoccupato per loro e per tutti i bergamaschi – ha confessato a La Gazzetta dello Sport -. Lì davvero non esce nessuno: aprono le finestre e sentono solo ambulanze. I miei genitori stanno benne, sono chiusi in casa, non si muovono. Parlo con loro tutti i giorni, cerchiamo di non perdere mai la serenità. Li ho visti quasi un mese fa l’ultima volta. Ma penso ogni giorno ai medici e a tutte le persone che lavorano in ospedale. È una situazione molto pesante e pericolosa».