Genoa, Perin: «Siamo giocatori, basta considerarci superficiali»

© foto www.imagephotoagency.it

Mattia Perin, portiere del Genoa, si è sfogato contro le accuse di superficialità nella lotta al Covid-19: le parole del portiere

Mattia Perin, giocatore del Genoa, è intervenuto a Sky Sport per sfogarsi contro le accuse rivolte ai calciatori durante l’emergenza Coronavirus. il portiere ex Juventus si è lanciato contro i pregiudizi che vedono i calciatori vivere con superficialità la lotta alla pandemia mondiale da Covid-19.

«Un pareggio che possiamo racchiudere solo dicendo ‘squadra’. Abbiamo passato un periodo difficile, alcuni, me compreso, si sono allenati poco. Abbiamo deciso di non avere alibi e non ripetere la stagione dell’anno scorso. Fare punti in queste partite è fondamentale, a Napoli è stata una partita un po’ strana. Vogliamo sorprendere le persone, senza fare voli pindarici, l’obiettivo è la salvezza. Non voglio fare polemica, ma ci sono stati attacchi insignificanti. Siamo giocatori, ma siamo persone normali: questa è una malattia subdola, non sai dove la prendi. Andiamo a cena, sempre con la mascherina. La società, che ringrazio, sta facendo un lavoro straordinario, anche da casa sono stati super efficienti. Non mi sono ritrovato in ciò che è stato detto: ogni tanto bisogna alzare la testa e dire ciò che pensiamo. Ci siamo stufati di essere quelli superficiali. Siamo persone come tutti, affrontiamo le cose con umiltà e dignità».