Ghirelli: «Lega Pro deve innovarsi, in Figc sosteniamo Gravina»

Iscriviti
Ghirelli
© foto www.imagephotoagency.it

A pochi giorni dalla rielezione a presidente della Lega Pro, a Radio Sportiva è intervenuto Francesco Ghirelli. Le sue dichiarazioni

A pochi giorni dalla rielezione a presidente della Lega Pro, a Radio Sportiva è intervenuto Francesco Ghirelli. Le sue dichiarazioni.

LEGGI ANCHE – Sampdoria, Pardo categorico: «Quagliarella non si discute»

RIELEZIONE – «L’attenzione è stata sempre concentrata sull’attività della Lega perchè in una situazione di questo genere era mio obbligo fare così, poi negli ultimi giorni c’è stata sicuramente attenzione anche sull’elezione. Devo ringraziare i presidenti: c’è stato un segnale molto forte che mi carica di grandissima responsabilità e siamo stati l’unica Lega ad oggi che ha votato in presenza».

GRAVINA – «Gravina ha 54 deleghe su 58 delle società di Lega Pro e lo sosteniamo perchè ha fatto bene in questi due anni: ha fatto le riforme che servivano anche a noi, tipo la riammissione che è uno degli elementi più eclatanti del cambiamento. In passato si diceva che prevalevano i furbi e i banditi, con le ammissioni per la prima volta vengono premiati i virtuosi. Anche la normativa che ha portato all’esclusione del Trapani è rivoluzionaria perchè per la prima volta si può mettere fuori durante il campionato una società che non segue le regole. Insomma, Gravina ha un’idea di innovazione e di progettualità».