Giampaolo: «Abbiamo dato tutto, sono contento. Non posso colpevolizzare Skriniar»

© foto www.imagephotoagency.it

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel post-partita, il tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo ha commentato così la sconfitta rimediata contro il Milan: «L’errore di Skriniar è stato un errore tecnico, non posso colpevolizzarlo. Ci ha puniti oltremodo, perché non meritavamo di perdere. Io so le cose che chiedo continuamente alla squadra, perché alla fine della gara devi uscire a testa alta, e i ragazzi oggi hanno dato tutto. Poi ci sono gli episodi, a volte vanno bene e altre no, ma decidono le partite. Torreira? E’ un ragazzo che viene dalla strada con tanta voglia di arrivare. Muriel ha qualità straordinarie, credo che si arrivi a una certa età in cui bisogna comportarsi in maniera diversa, e spero per lui che sia arrivato questo momento».

«Rimpianto Milan? No no, io questa partita l’ho giocata dalla panchina giusta, mi dispiace solo aver perso. Ora bisogna buttare giù il boccone amaro perché tra pochi giorni giochiamo ancora. L’ho diretta dalla panchina giusta con grande orgoglio, sono stracontento di questi ragazzi e l’esito finale non cambia nulla».

«Errori? Qualche distanza l’abbiamo persa, in alcune situazioni dobbiamo sicuramente migliorare. Ho dovuto spostare Regini a sinistra per cause di forza maggiore, ma non ha ancora la misura perché è un difensore centrale. Pereira gioca la prima partita da gennaio, quindi qualcosa viene meno. Però devo dire che il Milan è una squadra che cerca sempre di giocare bene e non sempre riesci a concretizzare il tuo pressing offensivo, qualcosa per strada lasci. Non puoi pensare di poter giocare sempre 95’ ad alta intensità sempre. Personalità di squadra? Continuerò su questa strada, penso che però i risultati siano determinanti per portare avanti un certo tipo di mentalità. Si vince e si perde,bisogna dimenticare e ripartire, ma sempre con lo stesso atteggiamento».