Gli alibi del Sassuolo: «La Samp ha 15 milioni in più»

carnevali sassuolo
© foto www.imagephotoagency.it

L’amministratore delegato del Sassuolo Carnevali sottolinea le differenze che ci sono in Serie A: «La distribuzione degli utili non è equa»

A margine dell’assemblea dell’associazione delle Leghe Europee, che si sta svolgendo a Madrid, l’amministratore delegato del Sassuolo, Giovanni Carnevali ha sottolineato come l’idea della nuova Champions League come campionato europeo creerebbe ulteriori diseguaglianze, già esistenti all’interno della Serie A: «Il rischio è che le differenze tra i club aumentino e che la forbice, già piuttosto ampia, si allarghi. Prendete il nostro campionato: già noi abbiamo quindici milioni in meno della Sampdoria ed è dura competere, pensate cosa potrebbe succedere. Non dimentichiamo che i sette anni del Sassuolo in serie A sono un miracolo, una favola».

«In Inghilterra c’è equilibrio perché la suddivisione degli utili è più equa. Anche il sistema a tre coppe mi rende perplesso: molti club già non fanno salti di gioia se si qualificano per l’Europa League. E poi per partecipare devi essere attrezzato tecnicamente: noi ce ne siamo accorti quando l’abbiamo giocata, pagando la mancanza di abitudine a quel genere di palcoscenici. In futuro servirà equilibrio per non distruggere il campionato. Troppi soldi portano spesso a conseguenze negative per il calcio».