Coronavirus, il Torneo Ravano sarà virtuale. Con un testimonial d’eccezione

torneo ravano
© foto www.imagephotoagency.it

Dalla palestra virtuale ai laboratori educazionali: con il Coronavirus il Torneo Ravano si reinventa. E Gabbiadini sarà testimonial

In tempi di Coronavirus, anche il Torneo Ravano – Coppa Paolo Mantovani, dovrà necessariamente subire qualche variazione. Di far saltare l’evento non se ne parla neanche, ma reinventarsi sarà d’obbligo. La 36a edizione, in programma a maggio, vedrà l’allestimento di una palestra virtuale e di alcuni laboratori educazionali.

Ludovica Mantovani, deus ex machina della manifestazione insieme al suo gruppo di lavoro, si è detta entusiasta dei risultati raggiunti finora: «Siamo partiti da dieci giorni, con ottimi riscontri sotto tutti i punti di vista. La grande novità della palestra virtuale è che possono partecipare non solo le squadre, ma pure i bambini singoli, ovviamente sotto super visione dei genitori», ha raccontato a Il Secolo XIX.

La piattaforma creata ad hoc permetterà alle squadre di caricare il proprio lavoro di gruppo, che poi potrà essere visualizzato da tutti i vari istituti e dai singoli partecipanti, oltre che dai testimonial che dialogheranno con gli alunni tramite messaggio o video. Si passa poi a parlare dei due laboratori attivi, che verranno successivamente integrati con altri: «Hanno preso il via l’Art&Design, dove realizzare la propria interpretazione della t-shirt d’allenamento Uefa-Respect, dando così vita a uno dei punti di forza del torneo, e quello Media&Tech, con la collaborazione di Fabrizio Pippo Lamberti, che prevede la telecronaca di alcuni spezzoni di grandi eventi sportivi non solo di calcio maschile e femminile».

Questa rivisitazione dell’evento, nata appositamente per far fronte all’emergenza Coronavirus, non è destinata a morire qui: «Rimarrà in futuro un progetto complementare durante tutto l’anno scolastico», spiega la Mantovani. Al momento, tra i testimonial del Torneo Ravano figurano Manolo Gabbiadini della Sampdoria e le calciatrici Elena Linari (Atletico Madrid), Alia Guagni (Fiorentina) e Cecilia Salvai (Juventus).