Inter-Sampdoria, la moviola: Guida, i cartellini?

© foto www.imagephotoagency.it

Inter-Sampdoria, Serie A 2017/2018: tutti gli episodi del match analizzati in diretta

Inter-Sampdoria è una partita a due volti: un primo tempo tutto dei nerazzurri che si portano sul risultato di 2-0 a cui segue un secondo tempo tutto blucerchiato dove i ragazzi di Giampaolo arrivano vicino anche al pareggio. Il direttore di gara sembra che abbia dimenticato i cartellini a casa, tanti falli a centrocampo che non vengono sanzionati danno un’inclinazione al match che diventa fin da subito eccessivamente fisico. Alcune scelte discutibili poi sulle ammonizioni: Murru subisce il fallo e viene ammonito per un fallo, a quanto pare, precedente. Quagliarella cerca di non perdere tempo dopo il gol e tenta di riprendersi il pallone, ostacolando Handanovic, ammonito. Dei nerazzurri il solo giallo arriva ai danni di Eder, seppur ci fossero stati precedenti falli da sanzionare.

CLICCA QUI PER LA SINTESI E IL TABELLINO
CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL MATCH

Inter-Sampdoria, la moviola: gli episodi del primo tempo

Conduzione arbitrale attenta da parte del direttore di gara Guida. Nei primi dieci minuti di partita nessun intervento degno di nota. Squadre molto attente a non sbagliare, a concedere poco agli avversari.

Al 10′ p.t. il direttore di gara coglie un colpo di braccio da parte di Perisic e giustamente decreta il calcio di punizione per i blucerchiati.

Al 12′ p.t. fallo di Skriniar su Gaston Ramirez lanciato verso l’uscente Handanovic. Guida decide di non sanzionare il nerazzurro. Sul ribaltamento di fronti il fallo di Bereszynski su Nagatomo invece viene sanzionato con il calcio di punizione a favore dell’Inter.

Al 17′ p.t. arriva il gol dell’Inter. Sul calcio piazzato nessuna posizione di fuorigioco da segnalare. Puggioni da terra non riesce a fermare la deviazione di Skriniar. Non c’è fallo sul portiere.

Al 25′ p.t. Raddoppio di Perisic su Praet già marcato da Gagliardini, il blucerchiato cade ma per Guida non è fallo. Sul contropiede è Gagliardini a cadere, l’arbitro comanda il calcio di punizione.

Al 28′ p.t. Sospetto fuori gioco di Icardi. Puggioni esce avventatamente e rischia di farsi uccellare da Perisic con il pallonetto.

Al 31′ p.t. Il secondo gol dell’Inter arriva per mano di Icardi. Nessuna posizione di fuorigioco.

Al 37′ p.t. Posizione dubbia di Quagliarella lanciato in porta. La difesa nerazzurra lo ferma, l’arbitro non ravvisa alcun fallo ai danni del numero 27.

Al 40′ p.t. Scontro violento tra Nagatomo e Bereszynski, Guida chiede l’intervento dei medici ma non estrae nessun cartellino.

Al 46′ p.t. Arriva il triplice fischio del direttore di gara. Un solo minuto di recupero, nessun cartellino giallo.

Inter-Sampdoria, la moviola: gli episodi del secondo tempo

Al 1′ s.t. Brutto fallo di Perisic su Bereszynski. Il croato in netto ritardo fa volare l’esterno polacco per Guida è solo calcio di punizione ma niente ammonizione.

Al 9′ s.t. Icardi realizza la terza rete, la linea tiene in gioco il numero 9 nerazzurro. Non c’è fuorigioco.

Al 11′ s.t. Perisic spinge da dietro Bereszynski, Guida non accenna minimamente a estrarre il giallo.

Al 15′ s.t. Ammonizione per Murru che subisce il fallo da dietro. Guida estrae il giallo a danno del blucerchiato per un presunto fallo nell’azione precedente. Ammonizione completamente incomprensibile.

Al 24′ s.t. Caprari si lancia in profondità e viene chiuso fallosamente da Miranda. Guida non estrae il giallo ai danni del nerazzurro, ma calcio di punizione in favore dell’Inter perchè il fallo l’avrebbe fatto il blucerchiato. Seconda decisione incomprensibile.

Al 28′ s.t. Fallo di Caprari, questa volta corretto, sanzionato dal direttore di gara.

Al 32′ s.t. Bereszynski è chiuso a sandwich tra Perisic e Gagliardini: ha la peggio il polacco ma l’arbitro non ravvisa gli estremi per estrarre un giallo.

Al 38′ s.t. Murru scivola e facilita la possibilità agli avversari di mettere in pericolo la porta blucerchiata. I nerazzurri si complicano la vita e Ferrari recupera senza commettere fallo.

Al 40′ s.t. Fabio Quagliarella mette in porta il pallone del 3-2 e va a riprendersi la sfera. Guida si ricorda di avere i cartellini e ammonisce il numero 27 della Sampdoria.

Al 43′ s.t. Manata in faccia di Gagliardini a Praet, per Guida non è fallo.

Al 44′ s.t. Eder impedisce la ripartenza della Sampdoria atterrando Torreira. Il direttore di gara finalmente estrae il giallo.

Al 48′ s.t. Termina la partita a San Siro. Una Sampdoria bellissima nel secondo tempo tiene testa ad un Inter brava e fortunata.