Inter-Sampdoria, si va verso il recupero a maggio: il motivo

highlights inter sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Marotta non verrà accontentato: si va verso un recupero di Inter-Sampdoria a maggio

La gara tra Inter e Sampdoria, che avrebbe dovuto disputarsi due giorni fa a San Siro, è stata rinviata a data da destinarsi per l’emergenza Coronavirus. Dopo ore di riflessione e attesa, gli scenari futuri appaiono ora più chiari. La Samp si è detta contraria all’ipotesi dell’ad nerazzurro Beppe Marotta, che spingeva per un recupero-lampo durante la prossima settimana, e la gara sembra ormai destinata a disputarsi il 20 maggio, la prima data utile se l’Inter arrivasse in fondo a tutte le coppe.

Troppe le difficoltà per altre date, a partire dalla questione stadio: un rinvio del match al 4 marzo avrebbe causato lo slittamento della semifinale di ritorno di Coppa Italia al 13 maggio, con conseguente spostamento della finale al 20 maggio. Uno scenario da escludere, dato che la UEFA ha chiesto la disponibilità dell'”Olimpico” dal 15 maggio per poter iniziare i lavori necessari alla gara inaugurale degli Europei, che si terrà proprio a Roma. È troppo tardi, inoltre, per avviare la macchina organizzativa per il cambio di sede della finale di Coppa Italia (si era pensato al “San Nicola” di Bari).

Le cose potrebbero ancora cambiare, ovviamente, se l’Inter non dovesse arrivasse in finale in tutte le competizioni. Non qualificandosi per l’eventuale finale di Coppa Italia, i nerazzurri si libererebbero dall’impegno del 13 maggio e potrebbero quindi anticipare a quello stesso giorno il recupero con la Sampdoria; stesso discorso per l’Europa League, che potrebbe aprire ad altre soluzioni nel mese di aprile. In attesa dell’evolversi della situazione, l’unica soluzione possibile è proprio quella del 20 maggio.