Connettiti con noi

Focus

Inter Sampdoria: top e flop del match VOTI

Pubblicato

su

sampdoria

Inter Sampdoria, i top e i flop del match della 35a giornata del campionato di Serie A: Augello vede i draghi, si salva Keita

La Sampdoria subisce la prima imbarcata della stagione contro l’Inter e viene sconfitta per 5-1 in occasione della 35a giornata del campionato di Serie AI top e i flop del match.

LEGGI ANCHE – Inter-Sampdoria: gli highlights del match


Inter-Sampdoria: i top del match

Candreva 6 – Parte con la giusta determinazione e sembra molto propositivo sulla fascia destra, poi l’Inter prende le misure e gli spunti da segnalare sono pochi. La collaborazione con il compagno di corsia non decolla e il contenimento di Young lascia a desiderare. Al 35′, sul cross di Jankto calcia male da distanza ravvicinata ma, per sua fortuna, ci pensa Keita a rimediare. Nella ripresa è molto propositivo e comincia bene. Aiuta in difesa e crea qualche grattacapo all’Inter.

Ekdal 6 – La sua esperienza e la sua qualità sono fondamentali per la mediana blucerchiata, che prende coraggio e alza il baricentro. Tocca subito tanti palloni, riuscendo a dettare i tempi della squadra. Uno degli ultimi a gettare la spugna

Keita 6,5 – La sua partita inizia con la voglia e con la determinazione giusta. Ha sulle spalle il peso dell’attacco. Prova a sfruttare la sua velocità ma non rinuncia a giocare spalle alla porta e a portare via uomini per liberare i compagni. In occasione del 2-1 è lesto ad approfittare della respinta corta di Handanovic. Sembra l’unico blucerchiato a non aver mai mollato. Alla distanza la stanchezza si fa sentire, così come tutta la pressione della difesa di casa


Inter-Sampdoria: i flop del match

Augello 4,5 – Comincia in maniera negativa la sua gara, perdendo, con superficialità, la palla che dà il via all’1-0 nerazzurro. Hakimi è un cliente difficile per lui e, infatti, gioca una delle sue partite peggiori della stagione. Prova a sovrapporsi con Jankto ma la Samp sembra contratta e il baricentro è troppo basso. In difficoltà anche nel mantenere la posizione, tre gol dell’Inter arrivano proprio dalla sua fascia. Quasi sempre in ritardo sul pallone, è troppo facile per gli avversari scappargli palla al piede.

Silva 4,5 – Dopo il primo gol in blucerchiato contro la Roma, il portoghese gioca una gara sottotono. Non riesce ad impostare e a velocizzare la manovra della Sampdoria. Troppi errori sia negli scambi con i compagni, sia quando gli avversari aumentano il pressing. La sua prestazione, da archiviare al più presto, si completa con il mani, secondo consecutivo, in area per il rigore del 5-1 firmato da Lautaro.

Thorsby 5 – Il centrocampista non riesce a far emergere la sua qualità principale: l’interdizione. Il norvegese è troppe volte in ritardo nel contenimento della manovra nerazzurra e sbaglia quasi sempre nella gestione del pallone

Advertisement