Juventus Napoli, dottor Salini: «Si doveva giocare»

juventus napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Il dottor Vincenzo Salini, componente della commissione medica FIGC, si è sbilanciato in merito al discusso match tra Juventus e Napoli

Ospite a Radio Punto Nuovo, il dottor Vincenzo Salini, componente della commissione medica FIGC, ha analizzato il susseguirsi di vicende intorno al tanto chiaccherato match tra Juventus e Napoli, sbilanciandosi su cosa si sarebbe dovuto fare.

CONTROLLI – «Noi teniamo i calciatori sempre sotto controllo, inizialmente facevamo un tampone ogni 4 giorni, ora abbiamo abbassato un po’ la soglia: come commissione medica FIGC, ci è stato chiesto quello che si doveva fare ed il nostro protocollo è stato copiato in tutta Europa. Non è in programma di tornare ad un tampone ogni 4 giorni».

NAPOLI – «Se dobbiamo ragionare in termini di prudenza e sicurezza al 100% nessun campionato sarebbe mai ripreso. Ci deve essere un equilibrio tra il rischio e la possibilità di giocare. La decisione della Asl è arrivata in modo autonomo, il protocollo era chiaro: il Napoli doveva isolare i positivi. Secondo il protocollo c’erano le condizioni per giocare Juventus-Napoli».