La difesa non s’improvvisa: ecco perchè i tempi stringono

Sampdoria Swansea
© foto Valentina Martini

Giampaolo ha parlato chiaro: in difesa ci vuole tempo per assimilare i dettami tecnico tattici. Per questo motivo serve un sostituto di Skriniar il prima possibile

I nomi accostati alla Sampdoria per quanto riguarda il ruolo di difensore centrale, tra sfumati, trattative in corso e quelle che potrebbero sbocciare, sono veramente tanti. Alcuni sono semplici interessamenti, per altri sono settimane che si cerca di arrivare alla chiusura. Ma al momento la situazione vede Giampaolo con Regini, Silvestre, Simic e Leverbe. E sono passate due settimane di ritiro. Ora, nessun panico, ma una piccola apprensione c’è: il tecnico ha più volte sottolineato che se in altri ruoli gli innesti possono anche arrivare più tardi, per la difesa il discorso è diverso. Non si può improvvisare: la linea deve muoversi a memoria e secondo gli schemi. Insomma, quello che facevano Silvestre e Skriniar, perché il ritiro non è finalizzato solo a una preparazione fisica corretta. Se si dovesse chiudere Colley, nessun problema: ma più si procrastinerà l’arrivo e più sarà difficile per Giampaolo iniziare il prossimo campionato con qualcosa di “diverso” da Regini-Silvestre come duo centrale. Anche lo scorso anno, prima dell’esplosione di Skriniar, la coppia centrale titolare era quella precedentemente citata, dunque ci sarebbero tutti i presupposti per riproporla. Urge comunque un sostituto, i tempi stringono.