La prigionia di Thorsby: «L’Heerenveen mi impediva di trattare con la Samp»

thorsby heerenveen
© foto Twitter

Thorsby ricostruisce il suo passaggio alla Samp: «L’Heerenveen mi impediva di negoziare con la Samp, speravo di arrivare a gennaio»

Dopo la firma sul contratto che lo legherà alla Sampdoria fino al giugno 2023, per Morten Thorsby, che sarà ufficialmente un calciatore blucerchiato a partire dal prossimo giugno, sono iniziati i problemi all’Heerenveen. Di recente il centrocampista norvegese è stato addirittura relegato ad allenarsi con la Primavera, una sorta di punizione per un giocatore che ormai la società olandese considera assolutamente fuori dai propri piani. A fare un po’ di chiarezza su quale sia l’effettiva situazione intorno al classe ’96 ci ha provato il Leeuwarder Courant, che ha dato voce sia al direttore tecnico dell’Heerenveen Gerry Hamstra che allo stesso Thorsby: «Se gli avessi consentito di aprire i negoziati con un altro club – afferma il d.t. –, il giorno dopo altri giocatori sarebbero venuti da me chiedendomi di parlare con un nuovo club».

Hamstra, dunque, ammette di non aver consentito a Thorsby di accordarsi liberamente con la Sampdoria, cosa che poi il centrocampista ha comunque fatto prescindendo dal consenso della sua società. Continua Hamstra: «Non funziona così. Questo mese abbiamo avuto un’offerta dalla Sampdoria, e Morten voleva andare in Italia per negoziare un contratto che non sarebbe iniziato prima dell’estate». Su ciò, però, Thorsby sembra aver da ridire: «Su questo non siamo d’accordo, io speravo in un trasferimento a gennaio, se avessi voluto andare alla Sampdoria in estate avrei potuto parlare con loro in seguito. Un’opportunità come questa ti capita una volta nella vita. Ma volevo che l’Heerenveen prendesse qualcosa dal mio trasferimento, ho giocato quattro anni e mezzo qui e ho sempre avuto un buon rapporto con tutti, amo questo club. Con Gerry sono stato onesto: “Ci sono altri club interessati, ma la Sampdoria è l’unica squadra in cui voglio andare, quindi per voi questa è l’ultima possibilità di guadagnare qualcosa dal mio trasferimento”».

Ricostruendo la vicenda, dunque, Thorsby afferma che il direttore tecnico dell’Heerenveen gli abbia rifiutato la possibilità di negoziare con la Samp, cosa che, come si diceva, il centrocampista ha poi fatto comunque, scatenando le ire e le rappresaglie della società olandese. Thorsby cerca di difendere il suo punto di vista: «Normalmente non farei mai una cosa del genere, ma sapevo che questa era l’unica possibilità per un trasferimento a gennaio, sia per l’Heerenveen che per me. Se Hamstra mi avesse lasciato andare, ora non ci sarebbero tutti questi problemi. Non voglio essere ricordato come un ragazzo egoista – conclude Thorsby –, l’unica cosa che volevo era fare la cosa migliore per tutti».


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!

Articolo precedente
Zajc SampdoriaZajc per Kownacki, l’Empoli ci prova: la risposta della Samp
Prossimo articolo
Colley scatena il mercato, l’agente: «Resta, ma ci sono due club»