La Sampdoria saluta il Ferraris: in molti al passo d’addio

Sampdoria streaming
© foto www.imagephotoagency.it

Quella contro il Napoli è stata l’ultima partita al Ferraris della Samp in questo campionato: molti che ieri erano in campo potrebbero non esserci la prossima stagione

La Sampdoria ha chiuso il proprio campionato al “Ferraris” domenica contro il Napoli, salutando i propri sostenitori con una partita giocata piuttosto bene, contro una squadra nettamente più forte. Ci sta dunque la sconfitta, anche se si sarebbe evitata volentieri tutta l’orda di polemiche scatenatasi dopo i cori che hanno determinato la sospensione della partita. La Sampdoria, comunque, non giocherà più a Marassi in questo campionato e tornerà ad assaporare il clima delle partite casalinghe solo ad agosto prossimo. A salutare il pubblico doriano, idealmente, in quella che è stata appunto l’ultima apparizione casalinga, sono stati anche diversi giocatori che l’anno prossimo non vestiranno più la maglia della Sampdoria. Anzitutto Strinic, entrato in campo domenica sera per rilevare Regini nell’indifferenza generale, destinato al Milan. Si dovrà invece verificare la posizione di Ferrari: la cifra per riscattare il giocatore – 13,5 milioni – è molto alta; o la Sampdoria tenterà di abbassare le pretese del Sassuolo, oppure Ferrari saluterà Genova.

Attenzione anche alla posizione di Bereszynski, appetito da moltissime squadre in Italia: l’agente del polacco ha parlato di una cessione possibile; sempre a destra, potrebbe partire anche Sala, che mai ha veramente convinto nel ruolo di terzino destro. A centrocampo le situazioni spinose sono quelle che riguardano Torreira e Praet; entrambi hanno una clausola rescissoria che pende come una spada di Damocle sulla testa di Ferrero: se una qualsiasi squadra dovesse arrivare entro giugno ad offrire 25 milioni per l’uruguagio e 26 per il belga, non ci sarebbe nulla da fare. Scaduti i termini delle clausole, invece, la Sampdoria acquisterebbe nuovamente potere sul destino dei due centrocampisti, anche se è molto più facile pensare che, se una partenza di dovrà verificare, sarà Torreira a lasciare Genova. Sulla trequarti Alvarez lascerà certamente, date le pochissime chances avute in stagione: il posto dell’argentino potrebbe essere preso da Majer. Infine, l’unico a rischio in attacco potrebbe essere Caprari: la stagione del numero 9 non è stata scintillante, e se dovesse arrivare un’altra offerta superiore ai 10 milioni la Sampdoria potrebbe pensare seriamente alla cessione dell’ex Pescara.

Articolo precedente
Majer SampdoriaMajer vuole la Samp: giorni decisivi
Prossimo articolo
Ferrari, compleanno senza regalo: la Samp ha già pronto il sostituto