LAVAGNA TATTICA – La Sampdoria cerca tante volte il cross contro il Bologna

ranieri sampdoria bologna
© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria di Ranieri ha esasperato cross e palle alte contro il Bologna. Sono soluzioni che però portano a poco

Contro il Bologna, la Sampdoria di Ranieri è tornata al 4-4-2. Questa soluzione tattica ha dimostrato, in passato, di complicare la rifinitura dei blucerchiati. Allontana infatti i giocatori tra di loro, con gli esterni larghissimi, i centrocampisti bloccati e le punte abbandonate a sé stesse. Non a caso, quando si adotta il 4-4-2, la Samp fa un uso smodato del cross, buttando palloni in mezzo anche da zone di scarsa pericolosità.

Si è visto anche contro il Bologna. Nella partita di ieri, i blucerchiati hanno effettuato l’enorme cifra di 31 cross, azzeccandone però la miseria di 5. Chi ne ha provati di più è stato Gabbiadini con 10, mentre alle sue spalle c’è Depaoli (che dava ampiezza a destra) con 6. Si tratta però di un tipo di rifinitura poco produttivo. Con gli attaccanti isolati, si sono anche visti tanti lanci da dietro per servirli, ma è difficile trovarli in modo pulito quando le distanze sono così dilatate.

Lancio da dietro per le punte. Il centro del campo è quasi totalmente sguarnito, con le ali larghissime.

Insomma, la rifinitura dei blucerchiati si conferma estremamente carente, con poche soluzioni offensive. Per gli attaccanti è difficile tirare in modo pulito.