LAVAGNA TATTICA – Le chiavi di Parma-Sampdoria

ranieri gasperini atalanta sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il Parma è forse la squadra più contropiedista della Serie A. La Sampdoria di Ranieri dovrà evitare buchi nelle transizioni difensive

Per quanto non venga da risultati positivi, il Parma è una delle squadre più insidiose e caratteristiche della Serie A. Gli emiliani, infatti, rinunciano a un pressing alto, optando al contrario per una fase difensiva rinunciataria e dal blocco basso. Lo scopo è quello di attaccare in spazi larghi, con tanto campo davanti a sé: il Parma lo sa fare molto bene perché ha alcuni dei velocisti migliori della Serie A, come per esempio Gervinho e Kulusevski. Inoltre, con le capacità spalle alla porta di Cornelius, i crociati possono usare anche il lancio lungo per risalire, sfruttando la fisicità del danese.

Insomma, la priorità contro il Parma sarà quella di farsi trovare lunghi. Bisognerà replicare il match fatto contro il Cagliari, dove l’ottima protezione degli spazi ha impedito alle punte sarde di essere servite. Inoltre, considerando che il Parma copre bene il centro del campo in fase difensiva, la Sampdoria dovrà sfondare soprattutto sugli esterni. Per questo sarà molto importante la prestazione di Augello, che nel precedente match contro il Cagliari ha dimostrato un’ottima intesa con Jankto.