LAVAGNA TATTICA – Le chiavi di Sampdoria-Cagliari

sampdoria spal
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Cagliari è un match che può mettere in grande discesa il discorso salvezza. Scopriamo le caratteristiche dei sardi

La Sampdoria cerca di dare continuità agli ultimi risultati: un eventuale successo contro il Cagliari sarebbe preziosissimo in chiave salvezza. I sardi sono una squadra attendista in fase di non possesso. Hanno uno degli indici PPDA più alti della Serie A: in pratica, è una delle formazioni che concede più passaggi prima di intraprendere un’azione difensiva. Ciò la dice lunga sullo spirito passivo della squadra, che quasi rinuncia a pressare in avanti.

Inoltre, il Cagliari è molto diretto in fase di possesso, utilizza tanto il gioco lungo per costruire e rifinire. E’ la quarta squadra che ricorre di più al cross (21 a partita) e la quinta per lanci lunghi (59 a partita). Si cercano tanto le punte che gli esterni, con cambi di campo che consentano loro di andare al cross (soprattutto sul lato di Pellegrini). Va comunque precisato che, in particolar modo grazie a Joao Pedro, a volte dimostrano anche un buon gioco interno, in cui si vede un’ottima fluidità tra lui e Rog: si scambiano spesso di posizione.

In ogni caso, i difensori blucerchiati dovranno essere bravi a vincere i duelli fisici con le punte avversaria, visto che il Cagliari ricorre molto al lancio lungo per trovarli. Bisognerà proteggere bene l’area nei molti palloni alti che arriveranno dalle fasce.