LAVAGNA TATTICA – Le enormi differenze rispetto alla Sampdoria di Giampaolo

Lazio Sampdoria Ekdal Ranieri
© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria di Ranieri non ha quasi nulla in comune con quella degli anni scorsi. Ci sono dei dati che fotografano bene i cambiamenti

Per quanto fosse tacciato, forse un po’ a ragione, di essere un talebano tatticamente, Giampaolo aveva plasmato una Sampdoria molto ambiziosa. Una squadra proattiva, che cercava di contendere il possesso a chiunque senza mai rinunciare ai propri principi di gioco. I blucerchiati risalivano palla a terra e fraseggiavano sul breve, l’esatto contrario rispetto alla Sampdoria di oggi, che consolida poco il possesso e lancia spesso lungo.

Un dato significativo: la Sampdoria di Ranieri ha una precisione passaggi del 76.7%, il terzo dato più basso del campionato. Al contrario, con Giampaolo arrivava fino all’83.2%, dato che esprime la diversa indole della squadra. Inoltre, sono totalmente crollati i passaggi corti a partita: oggi il Doria ne effettua appena 318 (solo Parma e Brescia fanno peggio), mentre l‘anno scorso erano 466. Era addirittura al quinto posto in campionato in questa classifica. Insomma, con Giampaolo la Sampdoria era una squadra molto più dominante con la palla.