Lecce-Sampdoria, le pagelle: Ramirez leader, Thorsby rischia la frittata

© foto Db Genova 28/06/2020 - campionato di calcio serie A / Sampdoria-Bologna / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Gaston Ramirez

Lecce-Sampdoria, le pagelle: Ramirez in versione leader, Thorsby commette un’ingenuità rischiosa. Augello è ovunque

Audero 6 – Poco coinvolto, risponde presente quando è chiamato in causa, come nelle primissime battute del match e nei minuti finali.

Bereszynski 6.5 – Inizia in sordina, sbagliando qualche pallone di troppo. Aumenta il rendimento col passare dei minuti e fa buona guardia nelle discese finali del Lecce.

Yoshida 6 – Netto passo avanti del giapponese rispetto la sua ultima uscita in campionato, quella contro la Roma. Sembra avere chiare le misure degli attaccanti avversari.

Colley 6.5 – Utilizza tutto il suo possente fisico per far guardia sugli attaccanti pugliesi che, di fatto, non gli incutono mai troppo timore.

Augello 7 – Moto perpetuo sulla fascia sinistra. Fa tutto quello che deve fare e, sopratutto, lo fa molto bene. Le discese destano sempre problemi al Lecce e in fase difensiva è attentissimo. (Dal 75′ Murru 6 – Rimpiazza uno stremato Augello senza farlo rimpiangere.)

Depaoli 6.5 – Il suo guizzo regala il rigore decisivo che Ramirez trasforma con freddezza. Buonissimo lo spunto personale sul lato destro blucerchiato, di cui ormai è legittimo proprietario.

Thorsby 5.5 – La sua ingenuità ha rischiato di compromettere il risultato per la Sampdoria, fortuna che poi Paz ne ha commessa una ancora più grande. Non brilla ed è anche ammonito: salterà la Spal.

Ekdal 6 – Svolge un onesto compitino in mezzo al campo non brillando per qualità ma allo stesso tempo senza sfigurare. Buono il suo lavoro di legna in mediana. (Dal 75′ Vieira 6 – Preziosissimo in retroguardia quando l’assedio del Lecce è costante.)

Jankto 6 – Tanti chilometri per il centrocampista della Sampdoria che conferisce sostanza al centrocampo blucerchiato. (Dall’83’ Leris s.v. – Pochi minuti per un giudizio: contribuisce alle barricate finali).

Ramirez 7.5 – Anche la fortuna è della sua parte (vedasi il primo rigore) ma presentarsi due volte dal dischetto senza fallire in una partita con un peso specifico del genere è sintomo di come sia a tutti gli effetti un leader di questa squadra.

Bonazzoli 5.5 – Bisogna essere onesti: non lascia la Samp in 10 a metà primo tempo solo per una grande svista di Rocchi. Il suo calcione in faccia a Donati sarebbe stato più che punibile. Poco in vista nella prima metà di frazione di gioco, migliora leggermente prima dell’uscita. (Dal 45′ Gabbiadini 6 – Realmente mai pericoloso, aiuta la squadra in tutti i frangenti).