Lecce, Sticchi Damiani: «Compromesso possibile con due retrocessioni»

sticchi damiani lecce bonazzoli
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del Lecce Sticchi Damiani: «Consiglio Federale? Potremmo arrivare a un compromesso con due retrocessioni»

Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce, è intervenuto ai microfoni di Radio Anch’io Sport. Il patron dei pugliesi ha parlato del Consiglio Federale di questa mattina e degli aspetti legati alla ripresa della Serie A.

BLOCCO RETROCESSIONI – «Il contenuto della delibera è stato un po’ travisato. Abbiamo votato sull’ipotesi ormai quasi di scuola. Siamo convinti di voler ripartire e siamo pronti: il voto è stato fatto solo per il caso di nuovo stop. Se non ci sarà la possibilità di playoff e playout noi ci siamo opposti a verdetti non già matematici. Per quel che riguarda le retrocessioni abbiamo pensato a due, visto che non sarebbe comunque possibile fare i playoff di B».

SORPRESE – «La proposta è destinata a non passare ma potremmo arrivare a un compromesso, come quello delle due retrocessioni, sempre che la B non finisca. Potremmo poi pensare al cambio format in corsa, con playoff e playout».

BENEVENTO PENALIZZATO – «La delibera rappresenta un caso remoto. L’ipotesi delle sue retrocessioni credo che sia quella più probabile da attuare. Credo che anche lui sarebbe d’accordo sulla terzultima della A e la terza di B, che non dovrebbero essere rispettivamente retrocessa e promossa».

PROTOCOLLO – «Un alleggerimento sulla quarantena sarebbe auspicabile, il protocollo potrebbe essere più semplice, per concludere il campionato in maniera più facile».

ALGORITMO – «Ogni decisione presa a tavolino rappresenterebbe una forzatura. Il Lecce nelle prime 9 giornate del girone affronta le prime della classifica, poi ha tutti gli scontri diretti. L’algoritmo non terrebbe in considerazione questo e non sarebbe del tutto giusto».