Mister Conti in conferenza: «Lazio prova importante, i tifosi saranno fondamentali»

Giampaolo conferenza
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore in seconda Francesco Conti sostituirà mister Giampaolo nella consueta conferenza stampa di presentazione della partita di domani

Tutto pronto per la conferenza dell’allenatore in seconda Francesco Conti, che, sostituendo mister Giampaolo influenzato, alle 13 incontrerà la stampa per introdurre la partita di domani sera contro la Lazio, un match importante per i blucerchiati contro un avversario ferito dopo la sconfitta nel derby, ma pur sempre temibile per la qualità dei singoli.
Arriva mister Conti in sala stampa.
Si comincia con una disamina degli avversari, la Lazio di Simone Inzaghi: «Questa è una partita insidiosa – esordisce l’allenatore in seconda blucerchiato –, giochiamo contro una squadra che ha raccolto molti punti in trasferta. Hanno perso il derby, è vero, e perciò vorranno riscattarsi. Ma noi sapremo rispondere con i nostri mezzi. Una buona gara contro la Lazio significherebbe molto, sarebbe un premio al nostro ultimo periodo. Con Cagliari e Torino i ragazzi hanno risposto bene, la Lazio costituirà un’altra prova importante».

CAPITOLO INFORTUNATI – La Samp ha dovuto fare a meno di doversi giocatori per diverso tempo, primo fra tutti Pavlovic, fermo dalla gara contro la Roma, e del portiere Emiliano Viviano. Infortuni ai quali si è aggiunto, di recente, anche quello di Sala. Mister Conti fa il punto sull’infermeria: «Per quanto riguarda Viviano, sta recuperando, ma non può ancora giocare. Sala e Pavlovic non saranno della partita, ma dalla prossima settimana torneranno ad allenarsi in gruppo». Il lungodegente Carbonero ha inoltre ricominciato ad allenarsi col gruppo, almeno parzialmente, e potrebbe rappresentare una risorsa importante: «Carbonero ha ottime qualità a livello tecnico. E’ in recupero dopo un brutto infortunio, sarà un’ottima mezz’ala».

QUESTIONE DI ALCHIMIA – Il sostegno dei tifosi sarà importante per vincere. Lo sa bene anche mister Conti: «Non ci dobbiamo scordare da dove siamo partiti e dove siamo arrivati. L’importante è cercare di continuare ad alimentare l’alchimia fra squadra e tifosi. Non dobbiamo mai scordarci quale sia il nostro obiettivo, senza farci illusioni. L’anno scorso è stato un campionato tribolato, e dunque è difficile fare analogie. Noi siamo ripartiti da lì. Vogliamo che i nostri giovani maturino, ma bisogna aver ben presente che l’anno del quarto posto sarà irripetibile». Fondamentale, ribadisce mister Conti, è il ruolo dei sostenitori sugli spalti, vero motore propulsivo degli undici blucerchiati in campo: «I tifosi sono fondamentali per noi, in casa ci danno quella spinta in più che la squadra dal campo percepisce».

DUBBI DI FORMAZIONE – Non è escluso che qualche variazione di formazione ci sia: «Rispetto alla partita contro il Torino potrebbe esserci qualche cambio di formazione, ma i titolari sono delineati. Il fatto importante è che chi gioca di meno cerca sempre di mettersi in luce, sia durante gli allenamenti in settimana che durante la partita, se gli viene concesso spazio. Dubbio Praet – Linetty? Sì, ma abbiamo ancora un allenamento domani mattina per fugare le ultime perplessità».

Si  chiude la conferenza di mister Conti.