Lo Monaco attacca Spadafora: «È un ministro inadeguato»

© foto www.imagephotoagency.it

Lo Monaco attacca il ministro per lo Sport Spadafora: «Non ha la pienezza di quello che succede e degli scenari futuri»

Il consigliere della Lega Pro Pietro Lo Monaco attacca duramente il ministro per lo Sport Vincenzo Spadafora: «Ritiene che il calcio sia solo un gioco e non un’espressione del mondo lavorativo, nonché terzo contribuente dello stato italiano. La pandemia ha toccato tutte le leghe, è inopportuno quello che sostiene. È un ministro inadeguato per problemi che siano più grandi di lui. Non ha la pienezza di quello che sta succedendo e dello scenario futuro».

«Il calcio nostro non è solo serie A, ma anche B, C, dilettanti e femminile. Il calcio produce per lo Stato e dà da mangiare a tantissime famiglie. Si sta affrontando il problema con una leggerezza fuori dalla norma. Sono giuste le cautele e il protocollo, ma non sono alla portata della serie B e C. La Lega Pro mi sembra abbia espresso il proprio modus operandi e bisogna rispettarla. È illogico parlare di forzatura a riprendere a giocare. C’è una responsabilità ben precisa in capo ai presidenti. Una cosa più seria poteva essere sancire la fine della stagione agonistica e definire tutte le questioni delle promozioni/retrocessioni, preparandosi poi al nuovo anno», conclude sulle onde di Radio Sportiva.