Lugano, disastro a Vaduz: torna Ponce

ponce lugano
© foto www.imagephotoagency.it

La formazione di Andrea Manzo incassa la quarta sconfitta consecutiva e riapre il discorso retrocessione dopo un buon avvio di stagione: si rivede in campo Ponce

Il Lugano è alle solite. Dopo un buon periodo in campionato in cui si iniziava a sperare in un posto in Europa League, la formazione allenata da Andrea Manzo deve nuovamente guardarsi alle spalle per non retrocedere. Il pesante passo falso commesso in casa col Vaduz, peraltro dettato da un netto 5-1, allunga a quattro la striscia di sconfitte consecutive e alimenta ogni dubbio sulla conduzione tecnica e il lavoro dirigenziale. L’espulsione di Aguirre nel primo tempo determina la svolta di una partita che vede segnare nella ripresa una tripletta da Mathys e i singoli di Kukuruzovic e Hasler. Inutile la rete ospite firmata da Mariani.
RECUPERO COMPLETATO – L’unica nota positiva è il ritorno in campo di Andres Ponce in seguito all’infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per parecchie giornate, otto considerando le partite di fila saltate anche per scelte dell’allenatore. Il quinto gettone in questo campionato lo ottiene entrando all’81’ e potendo ritrovare il feeling con il terreno di gioco, una sostituzione più simbolica che utile considerando ormai l’indubbia natura del risultato maturato. L’attaccante della Sampdoria, ancora a secco di reti in questo campionato, dovrà adesso dimostrare di essere un punto forte per risollevare il Lugano, altrimenti rischierebbe di ritagliarsi ancor meno spazio di quello ricevuto.
LA CLASSIFICA – Swiss Super League: Basilea 44; Young Boys 29; Sion, Lucerna 26; Grasshoppers 18; Losanna, San Gallo 17; Lugano 16; Thun, Vaduz 15.