Mancini: «Chiesa? Ho cresciuto il padre alla Sampdoria»

Iscriviti
mancini
© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Mancini parla di Federico Chiesa e del paragone col papà Enrico, suo ex compagno di squadra alla Sampdoria

Roberto Mancini, sulle pagine de Il Corriere dello Sport, elenca similitudini e differenze tra Federico e Enrico Chiesa suo compagno ai tempi della Sampdoria.

ENRICO CHIESA – «Enrico arrivò giovanissimo alla Sampdoria, possiamo dire che l’ho cresciuto. Dopo una stagione in Serie A iniziò a segnare in prestito al Modena, poi alla Cremonese. Quando tornò in blucerchiato era già pronto, ce lo chiedevamo tutti. Come persona era bravissimo, un genovese: sempre corretto e serio».

DIFFERENZA TRA PADRE E FIGLIO – «Federico è diverso dal padre, sia fisicamente che tecnicamente. Sono simili quando fanno l’ultimo tocco prima di tirare in porta Enrico era una punta mobile, il figlio un esterno d’attacco che corre più del padre. Il passaggio alla Juve è molto importante per la sua crescita, soprattutto dal punto di vista mentale. In Nazionale ha sempre fatto bene, per noi sarà importante».