Mandorlini: «Dopo il gol abbiamo creato poco per rimontare»

mandorlini genoa
© foto www.imagephotoagency.it

Genova si tinge di blucerchiato! Luis Muriel si siede sul trono e si laurea fautore dei sei punti (all’andata e al ritorno) nella partita più importante del campionato. Al termine del match Mandorlini commenta la gara giocata a Marassi

Il Derby della Lanterna lo vince la Sampdoria. Lo vince come all’andata, grazie a Luis Muriel che si siede sul trono di Genova. È un derby teso, come sempre, un derby dove conta la concentrazione di entrambe le squadre, dove conta la personalità e di personalità la Sampdoria ne ha tantissima. Sono i blucerchiati a tenere la partita sotto controllo anche se il Genoa si distingue nel primo tempo per l’unica vera azione da gol. La seconda frazione di gioco è un vero assolo dei blucerchiati che con Muriel castigano il Genoa e vanno vicini anche al secondo gol con Schick. Intervenuto ai microfoni di SkySport, Mandorlini commenta la sconfitta nella stracittadina: «Nel primo tempo abbiamo disputato una buona partita, gli episodi nel calcio ci sono e spesso condizionano la gara, ma noi non abbiamo saputo fare abbastanza per rimontare. Al di là dell’amalgama tra i ragazzi del reparto offensivo, Simeone e Pinilla sono fondamentali anche per i compagni. Oggi non li hanno serviti bene, ritardando la giocata, in più siamo stati poco precisi, abbiamo creato troppo poco e mi dispiace. Al termine della partita è  sempre facile parlare, io credo che chi è andato in campo abbia fatto bene: Ntcham e Cofie hanno giocato una buona gara, sono tati ammoniti nel primo tempo e questo li ha condizionati. Possiamo fare meglio, abbiamo pensato troppo al gol subito che a rimontare sapendo quello che sappiamo fare».

Articolo precedente
SampdoriaDerby della Lanterna: la Gradinata Sud dà spettacolo
Prossimo articolo
esutanza sampdoriaGenoa-Sampdoria, l’esultanza degli ex blucerchiati