Maresca e il ritorno al Ferraris: «Tanti ricordi a Genova. Se segnassi…»

© foto www.imagephotoagency.it

Enzo Maresca si prepara a riabbracciare la Samp dopo un anno. Quando lasciò Genova nel mercato invernale dell’anno scorso, il Palermo divenne la sua nuova casa. La sua esperienza è stata utile per risalire in A dalla cadetteria ed è tutt’ora importante per guidare i rosanero, che stanno facendo un ottimo campionato. In cabina di regia, Maresca ha dimostrato di poter ancora valere anche ai livelli più importanti del calcio italiano. E un altro ex eccellente di domenica prossima – il tecnico Beppe Iachini – sta contando su di lui per creare gioco nello scacchiere siciliano.

RICORDI E ADDII – Domenica intanto il regista dei siciliani tornerà al Ferraris da ex. Ai microfoni di mediagol.it, Maresca ha voluto ricordare la sua esperienza blucerchiata: «Sono stato un anno e mezzo a Genova: nonostante abbia giocato poco, sono molto affezionato alla città. Ho conosciuto persone eccezionali e ho molte amicizie, ma adesso è cambiato qualcosa e sono sicuro che sarà una bella partita». Il centrocampista ricorda il motivo per cui ha lasciato la Samp: «Sono andato via da Genova non per problemi tecnici, ma adesso è un anno che sono a Palermo dove ho vinto un campionato di B e mi sto togliendo molte soddisfazioni in A».

GOL DA EX? – Maresca non ha ancora segnato in questo campionato, ma il regista si augura che arrivi il prima possibile e che possa aiutare il Palermo: «Speriamo che questo gol arrivi domenica e che ci possa dare dei punti,  c’è un’altra partita e un’altra occasione sperando di avvicinarmi di più alla porta perchè nelle ultime sfide, tra Fiorentina e Roma, l’ho vista pochissimo». Se segnasse contro la Samp, ci si chiede se esulterebbe o meno: «Se contro la Samp segno, esulto. Ci mancherebbe, dato che per me l’esultanza dopo un gol non significa mancare di rispetto a nessuno».