Maroni si presenta: «Alla Samp grandi obiettivi». E sulla maglia…

maroni sampdoria
© foto SampTV

Maroni si presenta alla Sampdoria: «Qui si lavora per grandi obiettivi. Sono ottimista». E sul numero di maglia: «Vorrei la 21 di Dybala»

DALL’ESORDIO ALLA BOMBONERA ALL’AMICIZIA CON DYBALA: CHI È MARONI

Ecco le sue prime parole da giocatore della Sampdoria di Gonzalo Maroni, trequartista argentino arrivato in prestito dal Boca Juniors: «Voglio ringraziare il presidente Massimo Ferrero – esordisce a SampTV – sono molto contento che mi abbia voluto. So di essere arrivato in un club italiano molto importante e vengo per dare il massimo e dare il mio contributo. So che la Samp è una squadra importante in Italia, so che stanno lavorando per raggiungere grandi obiettivi. Vengo per dare il mio contributo, spero sarà una grande stagione. Prima di arrivare, conoscevo i giocatori argentini passati con questa maglia e hanno fatto bene tutti con questa maglia. È bello che ci sia questo legame tra noi argentini, speriamo di poter fare altrettanto bene. Sono un giocatore che ama giocare nella metà campo offensiva, cerco sempre di fornire assist, fare gol, di entrare in area. Ho un buon tiro da fuori, mi piace divertirmi con la palla: darò il massimo per questa squadra», ha assicurato Maroni.

E sull’amicizia con Paulo Dybala: «Ho iniziato all’Instituto proprio come lui. Finora ha avuto un’ottima carriera e mi piacerebbe fare altrettanto. A che mi ispiro? Da bambino guardavo molto giocare Messi, il mio più grande idolo. Mi piace molto il suo modo di giocare». La maglia numero 10 è attualmente occupata, ma per il classe ’99 non sembra essere un problema: «Mi va bene qualsiasi numero, però la 21 mi piacerebbe. È la maglia di quando Dybala è venuto in Italia. Sono molto giovane, ma il Mondiale U20 è stata una esperienza bellissima: anche se le cose non sono andate bene, ho trascorso bellissimi momenti. Sono certo che abbiamo dato tutti il massimo possibile. Spero di poter vivere esperienze migliori e che sia una grande stagione».

Quello di Genova non sarà la prima stracittadina che Maroni avrà il piacere di disputare: «Fortunatamente ho potuto vivere diversi derby, sia a Cordoba che in Buenos Aires: sono parte divertenti e mi piace giocarle, vediamo cosa succederà qua. Noi daremo il massimo per cercare sempre di vincere. Ai tifosi dico di non preoccuparsi, vengo per dare il massimo e so che potrà essere un grande anno. Sono ottimista – conclude il trequartista – vediamo cosa saremo capaci di fare».