Connettiti con noi

Focus

Chi è Matteo Esposito: una saracinesca al servizio della Sampdoria di D’Aversa

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Matteo Esposito, nuovo portiere blucerchiato, è stato convocato da Roberto D’Aversa per il ritiro della Sampdoria a Ponte di Legno

Nemmeno il tempo di rendere nota l’ufficialità del suo trasferimento alla Sampdoria, che Matteo Esposito è già sceso in campo per la prima volta con la maglia blucerchiata, difendendo i pali nel secondo tempo dell’amichevole con la Nuova Camunia. Conosciamo meglio l’estremo difensore campano.


Chi è Matteo Esposito

Nato il 6 agosto 2002 a Massa di Somma, piccolo comune in provincia di Napoli, il nuovo acquisto blucerchiato è cresciuto con il poster dell’idolo Marek Hamsik in camera. Dopo aver iniziato a calciare il pallone all’età di sei anni, Esposito cresce nelle giovanili delle Juve Stabia, dove rimane fino al 2020, quando si trasferisce in prestito al Savoia, con la cui maglia colleziona 25 presenze subendo solo 14 reti. Il classe 2002, inoltre, vanta anche diverse convocazioni nelle nazionali di categoria. “Saracinesca” è il suo soprannome, che oggi fa ben sperare i tifosi blucerchiati.


Esposito, ruolo e caratteristiche

Alto ben 193 cm, Esposito è un portiere longilineo, ma allo stesso tempo scattante e reattivo. Unico aspetto su cui deve lavorare maggiormente forse sono le uscite in presa alta, ma avrà tutto il tempo per crescere ulteriormente con la maglia della Sampdoria.