Connettiti con noi

Hanno Detto

Mauro: «Italia? Non possiamo contare su attaccanti di Lazio e Sassuolo»

Pubblicato

su

Massimo Mauro, ex calciatore della Juventus e ora opinionista a Sky, ha parlato dell’Italia ai microfoni de La Repubblica

Massimo Mauro, ex calciatore della Juventus e ora opinionista a Sky, ha parlato ai microfoni de La Repubblica dell’Italia. Le sue dichiarazioni:

ITALIA – «Senza offesa ma in attacco non possiamo avere il centravanti dell’ottava di Serie A e quello del Sassuolo. Nella squadra che vinse il Mondiale nel 2006 c’erano finalisti o vincitori della Champions. Barella con Lippi non sarebbe mai stato convocato, ma questo è un guasto del sistema».

CALCIO ITALIANIO – «E’ mancato il coraggio delle riforme che da vent’anni chiediamo. L’obbligo di almeno cinque italiani su undici e stadi di proprietà paralizzati dalla burocrazia. I dirigenti federali ci prendono in giro. Troppi stranieri, persino in Serie C è pieno, del resto costano meno della metà degli italiani».

JORGINHO «Pallone d’oro? Qui non ci siamo. Lo hanno vinto gente come Maradona, Platini e Van Basten. Solo l’ipotesi che potesse vincerlo lui ci dice come siamo messi».

RASPADORISCAMACCA – «Ai miei tempi rimase fuori uno come Pruzzo, persino Giordano vide poco la Nazionale. Il calcio lo fanno i calciatori e lo disfano quelli che comandano».