Mchedlidze: «Dobbiamo pensare solo alla Sampdoria»

mchedlidze
© foto www.imagephotoagency.it

Levan Mchedlidze pensa solo alla Sampdoria, non guarda la classifica. Sente la fiducia del Mister e giocare titolare lo porta a migliorare di giornata in giornata

Sembrava avesse preso una botta e invece Leva Mchedlidze è tornato ad allenarsi regolarmente con i compagni di squadra in vista del match in trasferta contro la Sampdoria. Il giocatore che bene ha fatto nelle ultime uscite con la squadra toscana dovrebbe partire titolare nel match contro i blucerchiati assieme a Marilungo. Intervistato su Radio Lady il giocatore dell’Empoli parla della stagione in corso e delle aspettative per il girone di ritorno.
IMPORTANTE TROVARE LA VITTORIA ANCHE A GENOVA – Si archivia subito la vittoria per 1-0 contro il Palermo e si pensa alla Sampdoria: «La partita di sabato è stata molto importante ed importante è stato vincerla. Mi fa piacere in qualche modo essere entrato nell’azione chiave della partita, non avevo la forza in quella circostanza di tirare in porta, go visto Maccarone e ed ho pensato subito di servirlo. Chiaramente si deve voltare pagina e pensare già alla prossima sfida, anche quella importante, contro la Sampdoria perchè continuare con un risultato positivo potrebbe essere positivo per il nostro cammino» esordisce chiudendo il discorso sulla partita appena disputata «In giro si dice che quest’anno la squadra non riesce ad esprimere un bel calcio come negli anni passati, mi spiace pero’ questi discorsi devono dare a noi giocatori maggiore carica per fare sempre meglio e non ci devono condizionare in negativo. Personalmente e fortunatamente sto bene in questo periodo, cerco di lavorare sempre sodo durante la settimana per farmi trovare pronto ed evidentemente il mister sta vedendo certe cose dandomi fiducia partita dopo partita. Credo che la concorrenza sia positiva, sempre, cosi come lo sarà quella di Thiam quando sarà con noi. E’ chiaro che io devo ripagare questa fiducia dando il massimo in campo».
TITOLARE E CON LA FIDUCIA DEL MISTER – Sentire la fiducia è importante per un giocatore come Mchedlidze: «Per me giocare è importante e dopo ogni gara acquisisco sempre maggiore fiducia e convinzione, fino ad adesso avevo giocato soltanto scampoli di gara. Questo mese sarà importante, nelle prossime tre-quattro partite si potrà dire qualcosa in più sul nostro campionato anche se noi dobbiamo pensare soltanto una partita per volta. Il nostro è un gruppo davvero bello ed importante e quest’anno, visto il tipo di campionato, ci stiamo dando sempre maggiore forza gli uni con gli altri. Non dobbiamo guardare alle altre squadre, che sicuramente si rafforzeranno, noi dobbiamo solo a noi stessi ed alla Samp, prossimo avversario. Ad Empoli sono legatissimo, sono cresciuto come a casa mia, come in una famiglia. Ho degli amici molto importanti e sono diventato quello che sono, dentro e fuori dal campo, sono fortunato ad essere arrivato qui. Sicuramente l’episodio più importante rimane il gol segnato contro il Vicenza nel playout, quella gara me la ricorderò’ per tutta la vita».