Connettiti con noi

News

La Sampdoria Futsal espugna Mestre: 7-2 in trasferta

Pubblicato

su

La Sampdoria Futsal supera il Mestre con un roboante 7-2: a segno Boaventura, Ortisi, Galan, Salamone e Pedrinho

La Sampdoria Futsal vola sulle ali di un entusiasmo e di una convinzione che ormai ne sottolineano ogni singola uscita. Anche sul campo del Città di Mestre, che lo scorso anno è stata una vera e propria bestia nera per i blucerchiati, arriva una prova di carattere e sostanza, che conferma (e alla grandissima!) tutto quanto di buono messo in mostra fin qui dalla formazione di mister Cipolla. Il Città di Mestre parte però fortissimo con la rete del vantaggio messa a segno da Juanillo dopo appena 2.30 con un colpo di tacco che non lascia scampo a Lo Conte. Ma la risposta della Samp non si fa attendere: gran botta di Galan che centra il palo alla destra del portiere, sulla palla si avventa Ortisi che non ci pensa due volte e insacca. Non c’è però tempo per rilassarsi perché, alla prima ripartenza, Juanillo ha sui piedi il nuovo vantaggio per il Mestre ma il suo tiro, a tu per tu con Lo Conte, scheggia solo la parte alta della traversa e si spegne sul fondo. I ritmi sono altissimi e la replica blucerchiata è nel tiro di Pedrinho, che chiama Molin ad un non semplice intervento con i piedi.

Ancora Molin protagonista sulla girata violentissima di Saponara dopo poco più di 6′ di gioco: conclusione potente ma centrale e il portiere arancionero smanaccia. Da una parte all’altra, poco dopo Saponara salva tutto sul tentativo di pallonetto di Juanillo che supera Lo Conte ma è proprio il pivot blucerchiato a sventare in angolo, con un colpo di testa provvidenziale. Il pericolo scampato è però il preludio al vantaggio blucerchiato, confezionato con un contropiede magistrale: Ortisi recupera palla sulla pressione alta dei padroni di casa, triangolo largo con Pedrinho che restituisce palla al proprio capitano, tocco ravvicinato e palla in rete. A metà primo tempo, quindi, la Sampdoria e il “Gallo di Augusta” ribaltano la sfida del Pala Franchetti.

Al 13′ tocca poi a Marco Boaventura timbrare il cartellino: il Mestre palleggia nella metà campo della Samp ma i blucerchiati rubano palla e il “Boa” scatta tutto solo in contropiede, si presenta davanti a Molin e lo supera con freddezza glaciale. La Samp però ha deciso di ingranare un’altra marcia e, poco dopo, Salamone trova il diagonale vincente per calare il poker. Al 16′ ci prova ancora Saponara, trovando però sulla sua strada la manona di Molin a dire no. La Sampdoria però non è ancora sazia e con Galan trova ancora la via del goal, per il 5-1 a poco meno di 3 minuti dalla fine del primo tempo: Juanillo prova ad andare via lungo l’out di sinistra, lo stesso Galan lo ferma, palla a Ortisi che vede e serve proprio Galan, colpo di punta e palla in rete. Il Città di Mestre prova a rifarsi sotto con la punizione di Mazzon, un missile che Ortisi respinge salvando la porta. La prima sirena mette il punto esclamativo ad un primo tempo praticamente perfetto per i colori blucerchiati.

Il secondo tempo inizia nel migliore dei modi per i ragazzi di mister Cipolla, che si portano subito sul 6-1 con Pedrinho, come a far capire subito ai veneti che non c’è alcuna voglia di tirare i remi in barca. Il Mestre vuole comunque provare a tornare in partita e, sulla punizione di Juanillo, Bellomo sfiora la rete da due passi ma non colpisce bene e colpisce il palo, finiendo per liberare l’area di rigore avversaria. E un buon momento per il Mestre, che va vicino al goal in un paio di occasioni ma la qualità migliore della Samp, stasera più che mai, è quella di saper uscire dalle situazioni difficili e così è ancora capitan Ortisi a prendere per mano la squadra: azione manovrata a smarcare il numero 4 che salta anche Molin e deposita in rete il pallone del 7-1. Si è solo a metà del secondo tempo e la partita sembra ormai messa definitivamente sotto chiave. Il Mestre a questo punto prova a giocarsi l’uomo in più e riesce a creare un paio di occasioni ma la difesa della Samp tiene bene ed anzi, con Galan, va ad un soffio dal goal colpendo anche un palo. A 3.03 dal termine, però, Crescenzo sfrutta una corta respinta di Lo Conte e insacca il 7-2 prima che la Samp colpisca addirittura altri due pali, con la porta del Mestre rimasta sguarnita. Un piccolo, piccolissimo neo in una gara perfetta. 

Sampdoria News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 44 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a U.C. Sampdoria S.p.A. Il marchio Sampdoria è di esclusiva proprietà di U.C. Sampdoria S.p.A.