Milito avverte la Samp: «Il Genoa farà una grande partita. Segna Pandev»

Milito Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex attaccante argentino dice la sua sul Derby della Lanterna tra Genoa e Sampdoria: non dimentica quella storica tripletta

Se associamo il Derby della Lanterna esclusivamente al Genoa, il nome che ricorre più frequentemente è quello di Diego Milito. La sua tripletta fece esaltare i colori rossoblù nel maggio 2009, di cui l’ex attaccante argentino ha un ottimo ricordo: «Fu un regalo d’addio: lo feci al Genoa per ringraziare di tutto quello che il Genoa fece per me. Quella stagione cambiò la mia carriera. Forse è stata la più bella insieme a quella del Triplete. Anzi quella del Triplete ne fu la prosecuzione». E oggi, alla vigilia del 115esimo derby genovese, Milito ne riassapora il profumo: «Inter-Milan è una partita che tutto il mondo guarda, sempre. Però ricordo bene quando tornai al Genoa, ero appena arrivato da Saragozza e tutti mi dicevano “Diego, mi raccomando il derby”. Era agosto, il derby era a dicembre… È così, a Genova si vive per quella partita, ancora più che a Milano».

Per Milito, il Genoa non rispecchierà sul campo i valori della classifica: «Secondo me il Genoa non ha fatto così male da meritare così pochi punti. Non gioca da squadra che deve pensare a non retrocedere, in qualche partita c’è stata anche sfortuna. Serve pazienza in momenti così. E una vittoria nel derby, possibilmente. Juric? Da giocatore non gli ho mai visto fare una partita moscia e anche se non lo sento da quest’estate sono sicuro che sta lottando ancora adesso, come sempre: vedrete si rialzerà. Lui sa come dare la carica per una partita così e il pubblico lo aiuterà. Il Genoa farà una grande partita, lo sento. E se vinciamo darà una spinta straordinaria per ripartire. Pronostico? Basta vincerlo. Ma se proprio deve essere perfetto il gol decisivo lo segna il mio amico Goran Pandev. Gli voglio bene, e se lo meriterebbe», conclude ai microfoni de La Gazzetta dello Sport.