Il Mugnaini si evolve ancora: il nuovo progetto di Ferrero

ferrero cassano
© foto Mattia Bronchelli

Massimo Ferrero l’ha annunciato al termine di Sampdoria-Udinese: l’obiettivo è creare strutture da grande club. Ecco come cambierà il Mugnaini

In tre anni dall’acquisto della Sampdoria, Massimo Ferrero ha costruito tanto e non solo in termini sportivi: un accurato lavoro di scouting ha portato nuovi talenti in blucerchiato, è stata edificata Casa Samp, un gioiello per il settore giovanile, realizzato il campo della Primavera intitolato a Riccardo Garrone, alle cui spalle si ergeranno le nuove strutture dedicate alla prima squadra, come affermato dal numero uno doriano al termine di Sampdoria-Udinese. Gli interventi sul campo principale sono già stati effettuati – è stato spostato di cinque metri verso il lato San Bernardo -, ma la fisionomia del centro sportivo cambierà ancora radicalmente nei prossimi mesi. Venerdì la dirigenza doriana – come riporta il Secolo XIX -, ha firmato un mutuo con il Credito Sportivo da 4 milioni e 600mila euro.

L’investimento complessivo dovrebbe essere pari a 7 milioni di euro e prevede ulteriori innovazioni, anche per quanto riguarda l’attuale palazzina che ospita l’area comunicazione della società doriana, gli spogliatoi, la piscina e il quartier generale di Marco Giampaolo. Tutte le strutture dedicate alla prima squadra, spogliatoi, palestra, e gli uffici per il tecnico blucerchiato saranno spostati nel nuovo edificio di cui si possono già vedere le fondamenta e che, secondo i piani, verrà completato e inaugurato a dicembre 2018. L’attuale palazzina e la tensostruttura adibita a palestra verranno demolite e ricostruite: ampio spazio sarà dedicato all’area comunicazione, con la nuova sala stampa, e agli sponsor. Poi verrà eretto l’albergo con la finalità di ospitare i giocatori blucerchiati nei ritiri pre-partita, i nuovi acquisti in attesa di trovare casa a Genova, ma anche normali clienti che vogliano vivere l’esperienza di una giornata a fianco dei propri beniamini.